Fugge sui tetti, sfonda un solaio
e poi ferisce due carabinieri

CIVITANOVA - Arrestato un 26enne che è stato sorpreso da alcuni residenti di corso Garibaldi mentre scappava saltando sui coppi, dopo aver cercato di entrare in alcune abitazioni. I militari lo hanno inseguito ed è precipitato in un garage. Raggiunto, li ha aggrediti con un pezzo di vetro
- caricamento letture

 

spiderman-arrestato

La zona in cui il ladro era entrato in azione

 

di Laura Boccanera

“Spiderman” sui tetti di Civitanova, arrestato un 26enne che cercava di entrare nelle abitazioni passando dai tetti di alcune case di corso Garibaldi. È tornato in azione il malvivente che qualche mese fa aveva messo a segno diversi colpi in appartamento saltando con agilità da un tetto ad un altro e arrampicandosi su grondaie e balconi. Questa notte ha agito in corso Garibaldi dove ha corso per diversi metri sopra i coppi di alcune case che danno sul retro della via, tentando di entrare in alcune di esse e alla fine sfondando il tetto di un garage. È qui che i carabinieri della Compagnia di Civitanova diretti dal tenente colonnello Enzo Marinelli lo hanno raggiunto e arrestato dopo una colluttazione che ha provocato il ferimento di due militari.

carabinieri-maggiore-enzo-marinelli-cc-archivio-arkiv-civitanova-FDM

Il tenente colonnello Enzo Marinelli

Tutto ha inizio attorno alle 4 del mattino quando alcuni residenti hanno avvertito dei rumori provenire dal tetto. Affacciandosi hanno notato un marocchino, A. M., di 26 anni, già noto per furto e tentativi vari, sempre messi in atto con destrezza e agilità, che saltava sui coppi dei tetti e dei solai. I carabinieri sono intervenuti sul posto con due pattuglie e hanno iniziato ad inseguirlo con le torce. In aiuto sono arrivati anche i vigili del fuoco. Messo alle strette, il giovane ha cercato di guadagnarsi la fuga saltando sopra il tetto di un garage provando ad entrare in un giardino, ma il solaio ha ceduto ed è finito a terra spaccando una vetrata. Qui è stato raggiunto dai militari dell’Arma che sono riusciti a bloccarlo. Nell’estremo tentativo di fuggire, il magrebino ha raccolto da terra un vetro e nella colluttazione che è nata con i carabinieri ne ha feriti due alla mano. I militari hanno riportato ferite e tagli medicati dai medici del pronto soccorso e giudicati guaribili in 10 giorni. Immediatamente il 26enne è stato portato in caserma e in queste ore si sta procedendo al suo arresto per tentata rapina impropria, lesioni e violazioni di domicilio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X