Falsi controlli sulla differenziata,
giovane e ben vestita
cerca di entrare a casa degli anziani

MACERATA - Comune e Cosmari segnalano episodi avvenuti a Sforzacosta, nessun loro incaricato sta svolgendo quel tipo di accertamento. La donna si presenta con modi di fare gentili ed eleganti
- caricamento letture

ladra

 

Giovane e ben vestita ha suonato a casa di anziani a Sforzacosta con la scusa di svolgere un controllo per la raccolta differenziata: peccato che né il comune di Macerata né il Cosmari abbiano dato incarico a nessuno di fare quel tipo di lavoro: «attenzione alle truffe». Al Comune sono arrivate segnalazioni circa una donna che si è presentata a casa di persone anziane con modi di fare gentili ed eleganti, i capelli raccolti in una coda, e che diceva di dover svolgere dei controlli per la raccolta differenziata dei rifiuti. Un tipo di controlli che però sono fasulli perché né il Comune né il Cosmari hanno dato incarico a qualcuno di svolgerli e anzi dicono di fare attenzione ai malintenzionati e alle truffe. Anche perché i controlli sulla raccolta differenziata non si svolgono andando a casa delle persone. È possibile che la donna, una volta entrata, avrebbe cercato di compiere un furto magari, come spesso accade, con l’aiuto di un complice che si introduce in casa mentre i proprietari vengono distratti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X