«Odissea per prenotare una visita:
più di un’ora al telefono col Cup
e non ci sono riuscita»

MACERATA - La segnalazione di una lettrice: «Ho provato anche mycupmarche.it ma senza un'autenticazione tramite "Cohesion" o "Spid" non si può. Alla fine sarò costretta a rivolgermi al privato»
- caricamento letture
inaugurazione-nuovo-pronto-soccorso-ospedale-macerata-26-325x217

L’ospedale di Macerata

 

«Un’ora e 21 minuti di attesa telefonica al Cup per non riuscire a prendere l’appuntamento che mi serviva». E’ quanto segnala una lettrice di Macerata. «Devo fare un controllo nei e ho un’impegnativa che mi dovrebbe consentire di accedere alla visita entro 10 giorni. Innanzitutto però ho fatto una gran fatica a collegarmi al Cup regionale. Più volte la mia posizione in attesa era ben oltre il numero cento, altre volte non sono proprio riuscita ad avere risposta finchè qualche giorno fa mi sono intestardita e ho deciso di avere l’appuntamento “costi quel che costi”». La nostra lettrice ha percorso anche la via alternativa della prenotazione web su mycupmarche.it. «mi sono collegata sperando fosse più semplice ma il sistema mi chiede un’autenticazione tramite “Cohesion” o “Spid” e purtroppo, pur non essendo proprio digiuna di Internet e digitale non ho né l’uno né l’altro. Tra l’altro ho consultato altri che hanno tentato l’accesso con Cohesion ma si sono trovati in una giungla di codici. Quindi sono tornata alla prenotazione telefonica». Anche questa volta la posizione della lettrice in attesa era ben oltre il numero cento. «Oltre alla consueta musichetta per più di un’ora a intervalli regolari, come una sorta di mantra, la voce metallica mi ha ripetuto più volte la nuova procedura bonus malus poi dopo un’ora e passa finalmente sono riuscita a parlare con l’operatore che mi ha annunciato che su Macerata non ha ancora le liste dei 10 giorni. Quindi intanto appuntamento per l’8 febbraio poi devo richiamare». Quindi un niente di fatto e la procedura dovrà essere ripetuta. «Mi è capitato in molte altre occasioni di rivolgermi direttamente al privato proprio per evitare questa trafila ma, per un controllo nei che credo sia alla base della prevenzione che un servizio sanitario deve assicurare, pensavo di potermi affidare all’ospedale. Temo che dovrò ricredermi».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X