Lotta alla zanzare,
a Pioraco ci pensano i pipistrelli

GREEN - La singolare iniziativa lanciata dal Comune. Sulle abitazioni saranno posizionate delle casette in legno destinate ad ospitare i mammiferi, che aiuteranno a combattere il fastidioso problema degli insetti con un intervento del tutto naturale e senza l'utilizzo della disinfestazione
- caricamento letture

 

cicconi-pipistrelli

Il sindaco mostra una delle casette

 

di Francesca Marsili

Svolta green per il comune di Pioraco, la lotta alle zanzare si fa con i pipistrelli. L’idea è quella di posizionare sulle abitazioni delle ‘Bat-box’, ovvero delle vere e proprie casette in legno, destinate ad ospitare i mammiferi notturni ghiotti proprio di insetti e che aiuteranno a combattere il fastidioso problema delle zanzare con un intervento del tutto naturale.  Il sindaco Matteo Cicconi: «Abbiamo intrapreso questa iniziativa avendo oramai da alcuni anni interrotto la pratica della disinfestazione chimica per salvaguardare sia la salute umana sia l’integrità dell’intera biodiversità poiché l’uso di sostanze insetticide non sono certamente un toccasana. In molti contesti dove si concentra un utilizzo massiccio di sostanze disinfestanti, si denotano morie di api che oltre ad essere degli eccellenti bioindicatori (perché segnalano il danno chimico dell’ambiente in cui vivono), sono insetti fondamentali per tutto l’ecosistema. A corredo di questa scelta volta alla salvaguardia dello stato di salute dell’ambiente, stiamo mettendo in atto una serie di iniziative volte a favorire il controllo naturale degli insetti sul territorio, come appunto l’installazione volontaria in tutto il comprensorio di queste bat-cassette. I pipistrelli sono un disinfestante naturale e la nostra lotta biologica contro le zanzare – aggiunge Cicconi – noi la combattiamo con questi innocui animaletti favorendone l’insediamento e sfatando il falso mito che li vede come creature negative mentre invece sono mammiferi strategici per l’ambiente».

tamagnini-pipistrelli

L’assessore Tamagnini mostra una delle casette

L’iniziativa delle bat-box arriva da Malegno, comune della Valcamonica gemellato con Pioraco che contribuì nel post sisma grazie ad una cospicua donazione, alla ristrutturazione del Ponte di legno sul fiume che proprio nei giorni scorsi è stato al centro di un’altra singolare iniziativa (leggi l’articolo) e che ha scelto anch’esso di utilizzare i pipistrelli come disinfestante naturale. Luisella Tamagnini, assessore ai servizi sociali, cultura e sanità del comune di Pioraco ci spiega meglio il perché di questa scelta green: «Da qualche tempo avevamo notato l’assenza di pipistrelli. Ci siamo interrogati sulla motivazione e consultando l’ambito scientifico attraverso l’università di Camerino abbiamo scoperto che l’uso di disinfestanti chimici agisce negativamente sul loro apparato riproduttivo attraverso il cibo avvelenato. Oltre l’aspetto strettamente legato all’ambiente, abbiamo optato per le bat-casette perchè realizzate manualmente dagli ospiti del Centro socio educativo della Cooperativa Arcobaleno di Breno e del Centro diurno per disabili della Pia Fondazione di Malegno, un abbraccio che ci è sembrato doveroso restituire dopo quanto i Comuni della Valcamonica hanno fatto per noi. Il territorio di Pioraco ha un habitat particolarmente umido – continua l’assessore Tamagnini – dove la zanzara ha trovato un clima particolarmente adatto alla sua riproduzione. Ne abbiamo già consegnate una trentina ma vorremmo coinvolgere tutta la cittadinanza ed invitiamo ad in informarsi sulle modalità di questo progetto presso l’Ufficio Informazioni Turistiche dove sono disponibili». Non c’è bisogno di una caverna per la collocazione ma è fondamentale attenersi alle istruzioni allegate alla casetta per offrire ai futuri ospiti le condizioni ottimali all’insediamento dei pipistrelli. »Parola d’ordine Pioraco sempre più green» conclude Cicconi entusiasta.

Pioraco borgo dell’amore: sul ponte è “d’obbligo” baciarsi (Foto)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X