Incidenti, multe e differenziata
Il primo mese del comandante Doria:
«Ma non saremo degli sceriffi»

MACERATA - Il punto sulla situazione cittadina. Con il nuovo gestionale gli agenti passeranno più tempo nei quartieri. Arriva anche la telecamera mobile per stanare i furbetti della spazzatura
- caricamento letture

 

Danilo-Doria

Danilo Doria comandante della polizia locale di Macerata

 

di Marco Ribechi

Diminuzione degli incidenti e più uomini in strada. Lotta anche ai furbetti della differenziata. Sono questi i punti focali in cui si concentrerà nei prossimi mesi l’attività del corpo di Polizia Locale di Macerata «ma non saremo degli sceriffi» promette il comandante Danilo Doria. Sul primo punto si sta già lavorando, in sinergia con carabinieri e polizia, per creare un’attività di controllo e monitoraggio. Per il secondo ad aiutare sarà il nuovo software gestionale che permetterà di fare le multe tramite tablet risparmiando agli agenti il tempo da trascorrere in ufficio. A spiegarlo è il neo comandante Danilo Doria nel resoconto del primo mese di attività dal suo insediamento, precisando però che i cittadini non dovranno temere sceriffi ma, al contrario, uno degli aspetti sarà quello di ridurre le infrazioni tramite la prevenzione e evitando l’utilizzo punitivo della contravvenzione. «Da quando sono arrivato, quindi nel mese di luglio – spiega Doria – abbiamo avuto 21 incidenti con 8 feriti di cui il più grave quello sulla Carrareccia (leggi l’articolo). Dall’inizio dell’anno sono 146 con 48 feriti quindi è evidente che bisogna intervenire con più controlli, più pattuglie presenti, abbassare se necessario i limiti di velocità». La Carrareccia è una delle strade più pericolose del Comune: «Ha caratteristiche simili alla strada Regina dove avvengono molti incidenti anche mortali purtroppo – dice Doria – le macchine tendono a correre ma ci sono uscite di abitazioni e aziende. Insieme a via Cincinelli e a viale Indipendenza sono quelle che dobbiamo maggiormente monitorare. Introdurremo anche il Telelaser per rilevare la velocità. Preferisco questo strumento rispetto all’autovelox perché gli agenti fermano la vettura e spiegano immediatamente quale sia l’infrazione, non voglio che passino due mesi prima che arrivi la multa, il cittadino deve subito essere responsabilizzato. Naturalmente tutto va concordato con la Prefettura».

Danilo-Doria-2-650x433

Il comandante illustra dove si concentreranno le operazioni

Altro tema caldo quello degli agenti in strada. «Ci doteremo di un nuovo gestionale che ridurrà il tempo che gli agenti dovranno passare in ufficio in modo tale da essere più presenti in tutta la città – continua Doria – questo significa aumentare la sicurezza ed essere più vicini ai cittadini. Abbiamo avuto molte segnalazioni che spesso si risolvono in modo semplice ad esempio mettendo paletti per evitare la sosta selvaggia. Rafforzeremo anche il servizio vigile di quartiere che sarà costante nel centro, a Piediripa, Villa Potenza e Sforzacosta. Proprio qui abbiamo multato degli autocarri che violavano i limiti di transito e i cittadini sono stati felici perché spesso per loro è anche difficile attraversare la strada a causa del traffico». In un mese sono stati controllati 286 veicoli di cui 11 sono risultati senza assicurazione (l’ammenda è di 868 euro più le spese per la nuova assicurazione, i costi del carro attrezzi e 5 punti sulla patente), 53 senza revisione, 9 sprovvisti di documenti, 8 multati per l’uso del cellulare, 47 senza cinture, e uno con la patente extracomunitaria scaduta. In totale sono stati decurtati 330 punti.  Un altro problema è sul conferimento della differenziata: «Stiamo raccogliendo dati insieme all’ufficio ambiente per circoscrivere i punti dolosi – dice il comandante – utilizzeremo poi delle telecamere mobili per stanare i responsabili ovviamente quando si tratta di un’infrazione seriale». Interessante anche il dato sugli accertamenti di identità e di residenza per conoscere esattamente chi è presente sul territorio cittadino, sono 1543 dall’inizio dell’anno e 189 nell’ultimo mese. Una soddisfazione di Doria è l’apertura ad altri comandi: «La notte dell’opera è andata benissimo – conclude il comandante – abbiamo lavorato in perfetta sinergia con polizia e carabinieri, è molto importante. Inoltre abbiamo inviato uomini durante le visite del papa a Camerino, a Loreto e recentemente al concerto di Jovanotti a Fermo. I colleghi sono stati felicissimi per l’ausilio e invieranno sostegno a San Giuliano. Collaborando in questo modo si migliora in efficienza ed efficacia soprattutto nei giorni in cui a causa degli eventi sono necessarie più risorse».

Sei vigili storici in pensione, 230 anni di servizio: «Sono la memoria della città»

Polizia locale, il comandante Doria: «Più divise tra la gente e progetto del vigile di quartiere»

Polizia locale di Macerata, Danilo Doria nuovo comandante



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X