Sms di minaccia a Maria Rosa Berdini,
la dipendente comunale denuncia

CIVITANOVA - La funzionaria, intimorita dal tono del messaggio nel quale si faceva riferimento al suo lavoro, ha proceduto col suo avvocato alla tutela legale. Solidarietà dal sindaco
- caricamento letture
consegna-assegni-a-comuni-del-sisma-maria-rosa-berdini-civitanova-FDM-10-325x217

Maria Rosa Berdini

 

di Laura Boccanera

Un sms minatorio a Maria Rosa Berdini, la storica dipendente comunale denuncia. Un messaggio nel quale si fa riferimento alla sua professione e al fatto che non deve parlare male dell’amministrazione comunale è arrivato ieri alla dipendente dell’ufficio turismo del Comune. Un messaggio in cui veniva invitata a tenere una condotta differente, “altrimenti…”

Il mittente sarebbe una persona che già in precedenza aveva infastidito con parole e minacce la Berdini, conosciuto negli ambienti di destra. E’ la stessa Maria Rosa Berdini a raccontare tutto e ad affidare ai social prima, e ad un avvocato poi, tutta la vicenda. «Una dipendente pubblica non può permettersi di essere iscritta a gruppo Amici del Varco né tanto meno incitare le persone a ribellarsi a questo progetto. E non riporto altro – dice la Berdini, funzionaria dell’ufficio turismo – Si vero sono una dipendente pubblica e ho sempre fatto il mio dovere con tutti. Potevo essere contraria a delle scelte, ma ho sempre portato rispetto per qualsiasi amministrazione, e lavorato a favore di essa. Se stavolta mi sono fatta avanti l’ho fatto per il bene che voglio a Civitanova, la mia città. Non oso immaginare che venga toccato il Varco né tanto meno che tutti devono pagare per 35 anni un parcheggio».

La Berdini ha associato il messaggio dal contenuto intimidatorio alla sua presenza come moderatore all’interno del gruppo “Amici del Varco”, pagina pubblica che sta organizzando la protesta contro il project financing e nel quale si discute di prospettive future per quell’area. La Berdini, intimorita dal tono del messaggio nel quale si faceva riferimento al suo lavoro ha proceduto col suo avvocato alla tutela legale aggiungendo ques’ultimo episodio ad una denuncia che aveva precedentemente presentato contro l’autore del messaggio. Il sindaco ha parlato con la Berdini ed espresso solidarietà per l’accaduto, invitando anche a denunciare qualora il messaggio contenesse parole minacciose o diffamatorie, prendendo le distanze dal suo sodale. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X