«Ospedale e scuola, basta silenzi»
FdI contro l’amministrazione

SAN SEVERINO - Il gruppo locale punta il dito sull'atteggiamento della giunta, anche nei confronti dei vertici della sanità: «Serve concretezza istituzionale, evitando di aggirare il problema tramite scontate dichiarazioni rese pubbliche al solo scopo di quietare l'elettorato»
- caricamento letture
ospedale-san-severino-3-e1550236782109-325x241

Da sinistra Alessandro Maccioni (direttore Area vasta 3) e Rosa Piermattei (sindaca di San Severino) durante un sopralluogo nell’ospedale

 

«Ospedale e scuola: amministrazione se ci sei batti un colpo». E’ questo l’appello che lancia il gruppo comunale di San Severino di Fratelli d’Italia. «La collocazione dell’ospedale Bartolomeo Eustachio fra le strutture a lungodegenza, ha segnato una tappa drammatica per il nostro territorio, che rischia seriamente di vedersi privato di un servizio essenziale per tutta la comunità dell’entroterra, nonché di un pilastro dell’economica locale – denuncia FdI – probabilmente non tutti sapranno che il nostro nosocomio non dispone più neanche di un vero pronto soccorso, essendo stata tale unità degradata a “primo soccorso”, ciò significa che anche per semplici prestazioni considerate di routine per un reparto di emergenza, il cittadino deve obbligatoriamente recarsi all’ospedale di Camerino. Fanno eco a tale scempio le condizioni di lavoro del personale medico e infermieristico i quali, a causa della carenza di organico, sono costretti a svolgere pesanti turni di lavoro e spesso operano senza i mezzi necessari per garantire un servizio adeguato». Il gruppo punta il dito sull’atteggiamento dell’amministrazione comunale: «Quello che più ci lascia perplessi dinanzi a tale contesto, è il silenzio assordante dell’amministrazione comunale che, come per altri temi fondamentali, ad esempio la ricostruzione della scuola Luzio, non assume mai una posizione certa, né rende noto ai cittadini le sue idee e i suoi programmi su questioni di vitale importanza per la città. Non solo, nel caso specifico è a dir poco stucchevole, constatare l’accoglienza che la giunta comunale ha riservato ai vertici regionali della sanità, in occasione dell’inaugurazione del reparto di lungodegenza, dalle cui immagini fatte orgogliosamente circolare sui vari mezzi di informazione, traspare una insolita e lieta convivialità tra coloro che non vogliono un futuro per l’ospedale e i nostri amministratori che invece dovrebbero difenderlo». Fdi richiama l’amministrazione comunale ad affrontare i temi della scuola e della sanità «con maggiore concretezza istituzionale, evitando di aggirare il problema tramite scontate dichiarazioni rese pubbliche al solo scopo di quietare l’elettorato. Speriamo dunque, gestione aziendalistica permettendo, che su questi temi si possa aprire un sereno e costruttivo dibattito con tutta la cittadinanza, compreso il 70,26 per cento che non ha votato per l’attuale maggioranza».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X