Odissea disabile al B&b, la titolare:
«Addolorata da questa vicenda,
avevo avvisato i clienti»

CIVITANOVA - Vitaliana Acciarri interviene dopo le polemiche per le carenze della struttura per le persone diversamente abili: «Mi sono fidata e invece mi hanno creato un grosso danno di immagine»
- caricamento letture
massimo-lorusso1-e1561049970100-650x527

Massimo Lorusso

 

«Non ho mai detto che non avrei restituito la caparra a Lorusso, ho provveduto ad effettuare il bonifico lunedì. Ho ritardato solo perchè non volevo dargli del contante, non mi fidavo più». Racconta la storia dal suo punto di vista Vitaliana Acciarri, la titolare del B&b di Civitanova accusata da un turista disabile milanese di aver venduto a lui e alla moglie una struttura per accessibile quando invece non lo era. La Acciarri è finita al centro di un polverone mediatico dopo la denuncia di Massimo Lorusso e ora quella intenzionata a denunciare è lei. La Acciarri racconta una versione differente: «A novembre ho parlato con la moglie di Lorusso, Sonia Marazzi che ha visionato la struttura e aveva detto che andava bene. Io spiegavo che non avevo la pedana per l’accesso, ma lei mi ha detto che tanto l’avevano loro e non ci sarebbero stati problemi. Ho spiegato che non era un albergo dotato dei comfort per i disabili, dei maniglioni e di altre strutture, ma mi sembrava anche sgarbato rifiutare visto che lei insisteva tanto – racconta la Acciarri – io non conoscevo le problematiche del marito, ma la signora sì. Mi sono fidata e invece mi hanno creato un grosso danno di immagine. Sono profondamente addolorata e disgustata per questa vicenda». Nel frattempo a Lorusso sono arrivate numerose attestazioni di solidarietà, ma anche l’accusa, non tanto velata, di volersi approfittare della situazione per “scroccare” un’altra settimana di vacanza, da qui alcune puntualizzazioni: «Non è nel mio stile chiedere qualcosa o elemosinare perché sono sempre stato e lo sarò sempre una persona generosa e altruista. Quando dico che tornerò a Milano con l’amaro in bocca e il cuore triste intendo solo che sono deluso in quanto nel 2019 devo ancora combattere contro certa ignoranza e contro le barriere architettoniche a distanza di 31 anni. Voglio tranquillizzare tutti i civitanovesi che il mio cuore è allegro e sto benissimo».

B&B inadeguato per il turista disabile, titolare restituisce la caparra

L’odissea di un turista disabile: prenota, ma il B&B è inaccessibile «Violati i diritti civili e umani»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X