facebook twitter rss

B&B inadeguato per il turista disabile,
titolare restituisce la caparra

CIVITANOVA - Massimo Lorusso era stato costretto a rinunciare ad una settimana di soggiorno. Appello del consigliere Mirella Franco al sindaco: «Il Comune gli regali una vacanza»
mercoledì 19 Giugno 2019 - Ore 18:44 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
183 Condivisioni

Massimo Lorusso

 

di Laura Boccanera 

Bed and breakfast inadeguato per i disabili, rimborsato della caparra il turista milanese. Alla fine, dopo il clamore suscitato dall’episodio avvenuto in città la titolare della struttura di Civitanova ha effettuato un bonifico per la restituzione dei 250 euro di caparra che Massimo Lorusso aveva versato lo scorso novembre quale acconto per una vacanza di due settimane a Civitanova. Una vicenda spiacevole raccontata ieri da Cronache Maceratesi. Lorusso, assieme alla moglie, decide di venire in vacanza a Civitanova dalla Lombardia, prenotano un b&b e informano la struttura di avere necessità di una stanza accessibile ai disabili in quanto Lorusso è paralizzato dal collo in giù a causa di un incidente avuto a 17 anni ed è costretto alla sedia a rotelle. Una volta arrivati però si accorgono che il B&b non è a misura di disabile e sono costretti a pernottare in un altro albergo e a ridurre di una settimana la vacanza a causa della maggiorazione di costo sostenuta. I problemi arrivano quando la coppia chiede la restituzione della caparra. Dopo alcuni giorni di trattativa alla fine il B&b ha restituito i 250 euro di acconto. Ma nel frattempo il caso è esploso e la consigliera Mirella Franco ha lanciato l’appello al sindaco: «non si può tornare indietro su quanto fatto a Civitanova sul tema dell’accessibilità – ha detto Franco – quanto accaduto è una macchia, una vergogna per l’immagine della città. E’ vero che la questione è privata, ma ne va dell’immagine di tutta la comunità, il sindaco si metta in contatto con Lorusso e chieda scusa, proponendo di rimediare regalando una settimana di soggiorno a questa coppia in una struttura di Civitanova idonea». Il turista lombardo, dopo quanto accaduto, ha reso nota la vicenda anche al primo cittadino Fabrizio Ciarapica con una mail nella quale lo porta a conoscenza della sua disavventura. Dopo molti sacrifici fatti per risparmiare i soldi, mi ritrovo con una settimana di vacanze in meno che avrei voluto fare a Civitanova, di cui amici e parenti mi hanno sempre parlato bene – scrive Lorusso nella mail – tornerò a Milano con l’amaro in bocca e il cuore triste».

 

L’odissea di un turista disabile: prenota, ma il B&B è inaccessibile «Violati i diritti civili e umani»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X