facebook twitter rss

Cabaret letterario,
musica e cena gourmet
per la festa della Filarmonica

ESTATE - In 120 fra soci e amici hanno partecipato alla serata nella sede di via Ghino Valenti a Macerata con cui il sodalizio ha dato il benvenuto alla nuova stagione. Protagonista Cesare Catà
domenica 16 Giugno 2019 - Ore 14:08 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
170 Condivisioni

 

Il sindaco Carancini, Cesare Catà e il presidente Enrico Ruffini

Punto di riferimento per l’estate di intere generazioni di maceratesi, è dalla sede di via Ghino Valenti che la Società Filarmonico-Drammatica ha festeggiato ieri l’arrivo della bella stagione. Un appuntamento tradizionale per la Filarmonica la festa d’estate che, anche quest’anno, si è svolta a partire dal tramonto nel centro natatorio appena fuori città ed ha visto la partecipazioni di centoventi fra soci e amici. «Trovarci qui con i soci e gli amici – ha sottolineato il presidente della Sfd, Enrico Ruffini – è un modo per onorare il rapporto del nostro sodalizio con il territorio: costruita e aperta al pubblico nel 1972, la piscina della Filarmonica è luogo d’incontro intergenerazionale. Molti di quelli che oggi vengono con la propria famiglia frequentavano la piscina da ragazzi e vederla gremita anche in ogni spazio del verde circostante è motivo di grande soddisfazione per noi ed espressione di gradimento per la gestione di Stefania Cittadini». La festa ha preso il via con i versi dell’Odissea di Omero nella lezione-spettacolo di Cesare Catà dal titolo Ascolta, Penelope.«Dopo lo straripante successo del cabaret nel periodo invernale, abbiamo scelto di proporre ai nostri soci tre date estive. Oltre a quella di stasera, vi saranno quelle del 18 e del 25 luglio», ha annunciato Ruffini. Nella seconda parte della serata si è scatenata la voglia di ballare sulle note della musica anni ’70 ’80 e ’90. Fra i presenti alla festa c’erano il sindaco di Macerata, Romano Carancini, l’assessore allo sport Alferio Canesin, Giorgio Piergiacomi presidente dell’Apm, Angiola Maria Napolioni principe dell’Accademia dei Catenati, Lucia Rosa presidente degli Amici dello Sferisterio e Michele Spagnuolo presidente di Overtime Festival insieme alla consorte Pamela Carelli. Lucia e Pamela sono, insieme a Gabriela Lampa, consigliere del direttivo eletto lo scorso gennaio, il più ‘rosa’ nella storia del sodalizio maceratese.

Gabriela Lampa, Betty Torresi, Cinzia Ruffini, Rita Canesin e Anna Maria Serra

Enrico Ruffini, Lucia Rosa e Francesco Fabiani

 

Enrico Ruffini, Pamela Carelli, Michele Spagnuolo e Romano Carancini

 

Cesare Catà in mezzo al pubblico

Carlo Carelli, Lucia Rosa, Ciro Farneti



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X