facebook twitter rss

Prof sospesa, protesta a Civitanova:
lenzuoli sui balconi,
60 docenti scrivono a Mattarella

martedì 21 Maggio 2019 - Ore 19:10 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
531 Condivisioni

Lo striscione a casa della Capodarca

 

Civitanova al fianco della docente palermitana Rosa Maria Dell’Aria, sospesa per 15 giorni dall’insegnamento per “omessa vigilanza” sul lavoro svolto da alcuni studenti che avevano accostato le leggi razziali al decreto sicurezza. Una vicenda che ha fatto il giro del web ed è divenuta di carattere nazionale e ha suscitato la solidarietà da parte di colleghi docenti, ma anche da parte degli studenti con petizioni e sottoscrizioni. E anche Civitanova ha fatto la sua parte: sono comparsi questa mattina su due balconi della città (uno è dell’ex candidato sindaco Giovanna Capodarca Agostinelli) alcuni manifesti di sostegno. Sul terrazzo della propria abitazione la Capodarca ha scritto: “La scuola deve insegnarci a sviluppare un pensiero critico”, mentre un lenzuolo appeso ad un balcone di corso Vittorio Emanuele ricorda gli articoli della Costituzione su libertà di parola e la libertà di pensiero.

I docenti dell’Istituto d’istruzione superiore Leonardo Da Vinci invece hanno sottoscritto una lettera indirizzata al presidente della Repubblica, al ministro dell’Istruzione e alla collega Rosa Maria Dell’Aria e al collegio dei docenti dell’Istituto”Vittorio Emanuele III” di Palermo per esprimere sdegno e profonda preoccupazione per quanto accaduto. Sono oltre 60 i docenti che hanno sottoscritto la lettera, circa il 50% del collegio. «L’intera vicenda, compresa l’anomala e intimidatoria procedura attuata nell’adozione del provvedimento disciplinare, mortifica la dignità umana e professionale della collega e di tutti i docenti impegnati nella formazione di cittadini consapevolmente partecipi della vita della comunità – scrivono gli insegnanti civitanovesi – I docenti ribadiscono che la scuola della Repubblica italiana ha il suo cardine nella libertà di insegnamento, inviolabile e costituzionalmente garantita, e nel diritto degli studenti di apprendere e di rielaborare criticamente e liberamente le conoscenze. I docenti esprimono pertanto la solidarietà alla collega Rosa Maria Dell’Aria, auspicano l’annullamento dell’inaccettabile sanzione da lei subita e chiedono al ministro della Repubblica Marco Bussetti di mettere in campo azioni concrete per tutelare le libertà democratiche dei docenti e degli studenti in tutte le scuole del Paese».

(l.b.)

(foto Federico De Marco)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X