facebook twitter rss

Moria di carpe al lago di Caccamo,
pescatori per rimuovere le carcasse

SERRAPETRONA - Le operazioni si svolgeranno il 25 maggio. I pesci sono morti a causa del virus Cev
giovedì 16 Maggio 2019 - Ore 13:37 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
176 Condivisioni

 

Una delle carpe morte

 

Moria di carpe al lago di Caccamo, la polizia provinciale chiama i pescatori per recuperare i cadaveri dei pesci. A ucciderli, secondo le analisi svolte dopo il ritrovamento e le indagini dei carabinieri forestali, il virus Cev. Escluso invece che possa essere stata qualche sostanza finita nel lago ad uccidere i pesci. La causa del virus, che colpisce solo le carpe, è in fase di studio. La polizia provinciale su autorizzazione della Regione ha richiesto l’intervento dei pescatori, per provvedere al recupero delle carpe già morte. Alle operazioni saranno presenti polizia provinciale e veterinario incaricato. Inizialmente erano previste per il 18 maggio in occasione della giornata ecologica, ma si svolgeranno il 25 maggio viste le condizioni metereologiche. E’ possibile partecipare alle operazioni di “pesca” portando guanti, maschera e stivali e dando adesione su Facebook andando alla pagina “Emergenza lago di Caccamo”.

Moria di carpe al lago di Caccamo, trovato il virus Cev

Lago di Caccamo, moria di carpe: scatta l’indagine dei carabinieri



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X