Caso mensa, genitori all’attacco:
«Visita a centro cottura senza avvisarci,
presidente comitato si dimetta»

CIVITANOVA - Sulla refezione è guerra aperta. Chiedono a Francesca Ercoli di lasciare l'incarico e risposte dall'assessore Capponi
- caricamento letture

 

sciopero-mensa-3-650x366

Una convocazione urgente del comitato tecnico mensa e le dimissioni della presidente Francesca Ercoli. A chiederlo è l’associazione dei genitori di “Insieme cambiamo la mensa” dopo la visita effettuata nel centro cottura della All Food da parte dell’assessore Barbara Capponi e dalla presidente del Ctm nei giorni scorsi. E’ guerra totale sul fronte della refezione scolastica e i genitori che hanno avviato anche lo sciopero del venerdì ora chiedono le dimissioni del presidente del Ctm dal momento che la visita è avvenuta “all’oscuro dei genitori”. «La presidente Francesca Ercoli avrebbe dovuto informare tutti i membri della disponibilità della All Food a far effettuare un sopralluogo e procedere alla organizzazione dello stesso, chiedendo ai vari membri la loro disponibilità ad effettuarlo, così come avvenuto nel precedente anno scolastico in cui sono state organizzate due visite presso il precedente centro cottura e dove i diversi membri hanno manifestato la propria disponibilità e successivamente effettuato il sopralluogo. Tutto ciò non è avvenuto e pertanto ci chiediamo con quale titolo e a nome di chi la presidente del Ctm abbia effettuato tale sopralluogo». In virtù di un protocollo che non sarebbe stato rispettato i genitori del comitato si interrogano sull’opportunità di mantenere in carica l’attuale presidente: «Alla luce del suo totale disinteresse nell’applicazione delle modalità collegiali dell’organismo di cui è presidente occorre valutare le immediate dimissioni da parte della stessa presidente – continua la nota dei genitori – notiamo poi con piacere che l’assessore Barbara Capponi, mentre continua a non rispondere alle nostre domande si ricorda che c’è un nuovo Centro cottura e lo visita in questi giorni, senza informare i membri del Ctm di cui pure fa parte, mentre già all’inizio del nuovo servizio di refezione scolastica avevamo richiesto attraverso i rappresentanti dei genitori di effettuare un sopralluogo nel centro cottura. Inoltre durante le diverse sedute della VI Commissione consiliare, che sta discutendo le modifiche al regolamento per la Refezione scolastica, l’assessore Capponi e i consiglieri della maggioranza si sono sempre espressi fermamente contrari alle visite ai Centri cottura, adducendo motivazioni di ordine sanitario. Solo durante gli ultimi incontri di febbraio e dopo aver verificato che anche in altre città i membri del Ctm effettuano sopralluoghi la maggioranza ha cambiato posizione, mentre i consiglieri di minoranza e noi genitori di “Insieme cambiamo la mensa” abbiamo da sempre fatto notare che tali visite si svolgevano da anni regolarmente in diverse città italiane e marchigiane». I genitori parlano poi della disponibilità a visitare il Centro cottura espressa dalla All food e che «è maturata all’indomani della mobilitazione delle famiglie civitanovesi e che le stesse sono state tenute all’oscuro di questa visita e non si è invitato una delegazione dei genitori in sciopero a partecipare al sopralluogo. Quindi rimaniamo in attesa di sapere le modalità attraverso il quale anche i genitori possano effettuare il sopralluogo nel Centro cottura e poter porre tutte le nostre domande sull’organizzazione del servizio di refezione scolastica». I genitori concludono: «chiediamo una convocazione urgente del Ctm, affinché venga chiarita l’organizzazione di questa visita presso il Centro cottura, chiarire tutte le questioni ancora in sospeso e alle quali questa amministrazione non ha ancora risposto e di valutare l’opportunità di far proseguire nel suo ruolo l’attuale presidente, auspicando le sue dimissioni».

primo-consiglio-comunale-civitanova-pier-paolo-rossi-FDM-3-325x217

Pier Paolo Rossi

Sullo stesso argomento interviene anche il consigliere Pier Paolo Rossi che giudica «smielata, a tratti stomacosa la relazione dell’assessore Capponi e della presidente del comitato tecnico mensa Ercoli relativa al loro sopralluogo presso la cucina centrale della ditta che espleta il servizio di refezione scolastica del Comune. Già era sembrata del tutto inopportuna la pubblicazione di un comunicato di chiarimenti della All Food, in seguito alle polemiche sorte dalle proteste di molti genitori, sul sito istituzionale del Comune ma questo salamelecco della Capponi e della Ercoli sembra confermare il continuo atteggiamento di “protezione” nei confronti della ditta, dimostrato dall’amministrazione, in contrasto con quella attitudine alla tutela degli utenti, bambini e genitori, che chi governa la città dovrebbe avere – dice Rossi -, al contrario queste esternazioni sembrano proprio essere una stizzita risposta alle forme di protesta di molti genitori che si sentono assolutamente ignorati dall’Amministrazione. Sottolineare la “massima disponibilità” nell’aprire le cucine e descrivere minuziosamente la estrema funzionalità della cucina, quando per la Capponi però andava benissimo anche quella, tutt’altro che funzionale, di 37 metri quadrati usata fino all’anno scorso, sembra davvero ridicolo. Dà fastidio leggere che “c’è una grande attenzione per i prodotti freschi”, quando sia la Capponi che la Ercoli sanno benissimo che più volte in sede di Comitato è stato evidenziato un uso sin troppo frequente di prodotti surgelati, e che la guardia da parte dell’Amministrazione è altissima sulla refezione quando le signore sono consapevoli del fatto che l’azione di controllo, soprattutto in questi ultimi due anni, è stata effettuata quasi esclusivamente dai rappresentanti dei genitori del Comitato Mensa e dalle insegnanti».

 

Mense, Capponi ed Ercoli visitano le cucine: «Valutazione positiva»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X