facebook twitter rss

Duemila cessioni di eroina,
gruppo nigeriano condannato:
oltre 19 anni la pena complessiva

MACERATA - Sono accusati di aver ceduto droga nel capoluogo. Tutti erano finiti in manette nell'ambito di una operazione dei carabinieri. Oggi le sentenze al tribunale. Multe per circa 70mila euro
venerdì 12 Aprile 2019 - Ore 21:35 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
521 Condivisioni

 

La conferenza stampa a Macerata dopo gli arresti

 

di Gianluca Ginella

Erano finiti in manette nell’ambito dell’operazione Nigerians dei carabinieri che prendeva in esame oltre duemila episodi di spaccio a Macerata: oggi sono stati condannati tre nigeriani ad una pena, complessiva, di oltre 19 anni. Sotto accusa al tribunale di Macerata c’erano il 32enne Innocent Omokhodion, ritenuto l’organizzatore dell’attività di spaccio, il 31enne Femi Morka, e Cletus Okafor, 27. Questi ultimi spacciavano la droga che ricevevano dal 32enne. Tutti erano stati arrestati nel maggio del 2018 in seguito alle indagini dei carabinieri di Macerata che avevano ricostruito centinaia e centinaia di episodi di spaccio di eroina nel capoluogo.  A orchestrare il tutto era un certo Mattew, un nome dietro cui si nascondeva Omokhodion. L’indagine era nata nel giugno del 2017. I carabinieri della Compagnia di Macerata e del Nucleo operativo avevano notato la presenza di tanti giovani vicino ai nigeriani e avevano avviato le indagini. Erano poi emersi i nomi di Morka e Okafor, erano quelli che spacciavano. Ma dietro di loro c’era qualcun altro. C’era Mattew, un nome emerso dall’analisi del traffico telefonico.

Simone Matraxia e Umberto Gramenzi

A lui i carabinieri sono arrivati nel dicembre del 2017 quando hanno individuato la casa dove viveva, nella zona tra corso Cairoli e viale Trieste. Avevano messo a segno una perquisizione e trovato 110 grammi di eroina. Secondo l’accusa i tre nigeriani sarebbero responsabili di circa 2mila episodi di spaccio di eroina mentre per quanto riguarda la marijuana l’accusa parla di cessioni di circa 2,5 etti. Inoltre a Omokhodion veniva contestato di aver ricevuto tra il novembre e il dicembre del 2017 quattro consegne di droga destinata a Macerata. Per la prima avrebbe pagato 9mila euro. Oggi il giudice Marika Vecchiarino ha condannato Omokhodion a 8 anni e 6 mesi e 29mila euro di multa, Morka a 5 anni e 7 mesi e 19.300 euro di multa, e Okafor a 5 anni, 9 mesi e 10 giorni e 19.550 euro di multa. Morka è stato assolto dalle cessioni a 4 clienti, mentre Okafor è stato assolto per le cessioni ad un cliente e dall’accusa di detenzione di droga. Gli imputati sono difesi dagli avvocati Simone Matraxia e Umberto Gramenzi. Tutti e tre nel maggio del 2018 erano stati arrestati su ordine di custodia cautelare spiccato dal gip.

 

Spaccio di eroina, stroncato terzetto nigeriano: giro di 5 chili in un anno



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X