facebook twitter rss

Pastore in giro col gregge,
travolto e ucciso da un’auto

TOLENTINO - Incidente in contrada Rancia intorno alle 15 di oggi pomeriggio. La vittima, Domenico Pizii, aveva 69 anni e viveva a Mogliano. Quattro anni fa il fratello era morto in circostanze simili, pure lui venne travolto da una vettura. Originario dell'Abruzzo, veniva nelle Marche a fare la transumanza e negli anni Settanta ci si era trasferito. Sposato, aveva cinque figli e 13 nipoti
lunedì 18 Marzo 2019 - Ore 16:25 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
3K Condivisioni

I carabinieri sul luogo dell’incidente

 

di Gianluca Ginella e Giacomo Gardini

Pastore travolto e ucciso da un’auto mentre conduceva il gregge di pecore. L’incidente è avvenuto a Tolentino in contrada Rancia, intorno alle 15,15 di questo pomeriggio. L’uomo, Domenico Pizii, 69 anni, residente a Mogliano, è morto sul colpo subito dopo essere stato travolto da una vettura con al volante una donna di 65 anni.

Domenico Pizii

Era in giro con il gregge di pecore e insieme ad altri pastori Domenico Pizii stava camminando lungo la provinciale 77 quando, giunto in contrada Rancia, a Tolentino, si è apprestato ad attraversare la strada. E’ stato allora che, intorno alle 15,15, l’uomo è stato travolto da un’auto che in stava andando in direzione di Tolentino. Al volante della vettura, una Fiat Panda, c’era una donna di 65 anni. Il pastore, da quanto emerso, è morto subito dopo essere stato investito dalla Fiat Panda. Sul posto sono intervenuti immediatamente i soccorsi. L’ambulanza del 118 e i carabinieri della Compagnia di Tolentino. Per il 69enne però ormai non c’era nulla da fare per salvargli la vita. Dell’accaduto è stato informato il magistrato di turno, il sostituto Vincenzo Carusi, che potrebbe decidere di disporre una ispezione cadaverica prima di dare il nullaosta alla sepoltura. I carabinieri sono al lavoro per accertare le cause dell’investimento. Nel momento in cui è avvenuto l’incidente c’erano anche altri pastori che stavano portando al pascolo il gregge di pecore insieme al 69enne.

Cappello sempre in testa, il viso scavato dalle rughe profonde che ha chi vive sempre all’aria aperta, Pizii era originario dell’Abruzzo. Negli anni Sessanta veniva nelle Marche a fare la transumanza. Col tempo aveva acquistato un terreno, a Mogliano, e negli anni Settanta si era trasferito nella cittadina. Nel 1973 aveva sposato Assunta Petrelli e con lei aveva avuto cinque figli che a loro volta si sono sposati e gli hanno dato 13 nipoti. Pizii aveva una azienda agricola dove lavorava anche il figlio primogenito. Il 69enne era uno dei pastori che ancora facevano la transumanza durante l’inverno.

Quattro anni fa il fratello, Pietro Pizii, era morto a 66 anni in un incidente stradale. Anche in quel caso si era trattato di un investimento, avvenuto a Mogliano in via XXV Aprile. Il fatto risale al gennaio del 2015 e alcuni giorni dopo Pizii si era spento. Oggi per la famiglia si è consumato un dramma simile a quello vissuto quattro anni fa.

(Ultimo aggiornamento alle 19,45)

 

Travolto da un’auto Pensionato muore dopo 5 giorni

Travolto da un’auto, grave un pensionato

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X