facebook twitter rss

Ultimo saluto a Simone,
la figlia disegna un grande cuore:
“Ciao babbo”

MONTELUPONE - Circa trecento persone hanno detto addio al 36enne padre di tre figli morto in un incidente d’auto a San Firmano. La bambina più grande ha lasciato un foglietto sul feretro. Il sacerdote: «Domenica sulla nostra cittadina è sceso il buio»
martedì 12 Marzo 2019 - Ore 11:44 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
1K Condivisioni

 

La folla fuori dalla chiesa di San Francesco

 

di Gianluca Ginella (foto di Fabio Falcioni)

“Babbo ciao” sta scritto in mezzo al disegno di un grande cuore su cui è posato un angioletto, il foglio è poggiato sul feretro di Simone Peroni e quel disegno e la scritta li ha fatti la figlia più grande del 36enne, morto probabilmente già nella serata di sabato, in un incidente stradale a San Firmano di Montelupone. Oggi circa 300 persone si sono radunate nella chiesa di San Francesco per dire addio al giovane padre di tre figli.

Il biglietto lasciato dalla figlia di Simone

C’è un grande silenzio nel centro di Montelupone, in giro gruppetti di persone avvolte in cappotti e giubbotti che piano si muovono verso la chiesa di San Francesco nel cuore antico della cittadina. «Un padre di tre figli» dice qualcuno continuando un discorso. Parla di Simone Peroni, il 36enne originario di Montegranaro morto nella serata di sabato quando la sua auto è finita in un canale, a San Firmano di Montelupone. Rincasava dopo essere andato a portare la figlia a cantare in chiesa in occasione della festa del patrono. Montelupone oggi si è fermata per il funerale di Simone. Circa 300 persone si sono radunate nella chiesa di San Francesco per partecipare al funerale del 36enne, celebrato da don Gianfranco della parrocchia dei santi Pietro e Paolo. Con la chiesa collegiata chiusa a causa dei danni dovuti al terremoto, l’unica chiesa per celebrare il funerale in centro era quella di San Francesco. Una mattina fredda nonostante il cielo terso, un ritorno d’inverno e così nella chiesa si sono seduti parenti, amici, conoscenti che hanno tirato fuori di nuovo cappotti e piumini.

Simone Peroni

Giovani, bambini, anziani, al funerale c’è Montelupone per stare accanto alla famiglia, e soprattutto alla compagna di Simone, Roberta, e ai tre figli piccoli, l’ultimo ha solo 7 mesi, la più grande nove anni. È lei che prima del funerale, aiutata da un parente, posa un foglio con un disegno che ha fatto, con un grande cuore e scritto al centro “Babbo (con lettere colorate) ciao”. C’è anche la carrozzina con il bimbo più piccolo che dà ancora più idea del dolore che la famiglia di Simone sta vivendo. Con loro anche il fratello di Simone, Danilo, e la sorella Eleonora. Immenso il silenzio anche all’uscita del feretro che poi don Gianfranco ha accompagnato, precedendo il carro funebre, attraversando il centro di Montelupone. Il sacerdote nella sua omelia ha ricordato di una donna, madre di undici figli che perse il marito vigile del fuoco nell’attentato alle Torri Gemelle di New York. La donna disse: «Dio provvederà a coprire questo vuoto». Il sacerdote ha aggiunto che domenica, quando si è saputo di quello che era successo a Simone «su Montelupone è sceso il buio». Presente al funerale anche il sindaco, Rolando Pecora . Le offerte raccolte sono state donate alla famiglia di Simone.

Tragedia di San Firmano, domani l’addio al giovane papà

Morte di Simone, il ricordo del fratello: «Un ragazzo casa, famiglia e lavoro»

Finisce con l’auto in un canale, muore giovane padre

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X