facebook twitter rss

Pars, minibond sociali:
finanza innovativa per il no profit

CORRIDONIA - L'associazione otterrà risorse da investire in strutture e formazione. Il progetto sarà presentato venerdì alle 10 al villaggio San Michele Arcangelo, tra i presenti: il sottosegretario Claudio Durigon e il prefetto Iolanda Rolli
martedì 5 Marzo 2019 - Ore 15:27 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
9K Condivisioni

 

Il villaggio della Pars

 

Grazie agli investitori del fondo progetto minibond Italia di Zenit Sgr, la cooperativa sociale Pars potrà realizzare alloggi sociali e strutture terapeutiche per giovani e adulti in difficoltà, avviare strutture destinate a luoghi di formazione e lavoro, turismo sociale, una scuola di formazione nel settore della cucina, ristorazione e ricettività turistica a Morrovalle. La Pars è la prima realtà sociale ad utilizzare il minibond come strumento alternativo al circuito bancario per realizzare progetti di utilità sociale e nuove opportunità lavorative nel nostro territorio per una ricchezza comune. Venerdì alle 10 al villaggio San Michele Arcangelo di Corridonia, si terrà un convegno per presentare questa nuova progettualità che contribuisce ai piani di sviluppo nel campo dell’assistenza e del reinserimento sociale grazie alle potenzialità degli strumenti di finanza innovativa. L’iniziativa è organizzata dalla Pars onlus e dall’Unione italiana cooperative e Unione regionale Marche. Interverranno Claudio Durigon, sottosegretario al ministero del Lavoro con delega al terzo settore, Iolanda Rolli, prefetto di Macerata, Lorenzo Stura, direttore generale Un.I.Coop., Marco Carlizzi, dottore in ricerca in Diritto commerciale università Tor Vergata, Giovanni Scrofan, responsabile minibond fondo Zenit SGR, Giacomo Franguelli, Sireco, Andrea Di Giangiacomo, responsabile amministrativo Pars onlus , Nicoletta Capriotti, presidente Pars onlus e Francesco D’Ulizia, presidente Un.I.Coop. Marche e presidente nazionale dipartimento sociale Un.I.Coop. «Il convegno vuole essere un’opportunità di condivisione e confronto con altre realtà cooperative in Italia – spiega Andrea Di Giangiacomo, responsabile amministrativo Pars – Saranno presenti oltre 50 rappresentanti delle cooperative nazionali. Noi metteremo a disposizione la nostra esperienza, perché la vocazione della Pars è operare per il bene comune facendo rete. Una comunità per la comunità . Si tratta del primo minibond sociale le cui risorse saranno interamente utilizzate per finanziare progetti a elevata utilità sociale. Cooperare significa fare rete con gli altri, creando economie di collegamento, investendo su abilità e competenze professionali». Il convegno si concluderà con un buffet a cura della cooperativa agricola San Michele Arcangelo. Per informazioni e prenotazioni contattare il numero 0733434861 oppure scrivere a info@pars.it



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X