Flash mob contro legge Salvini,
«la disparità di trattamento
è incostituzionale»

MACERATA - Potere al popolo sostiene l'iniziativa di ieri organizzata dagli attivisti di Indivisibili davanti agli uffici del comune in viale Trieste per sostenere il diritto alla residenza dei richiedenti asilo
- caricamento letture
flash-mob-residenza-viale-trieste-2-650x488

Il flash mob in viale Trieste

 

Flash mob davanti agli uffici in viale Trieste, a Macerata. Appoggio di Potere al popolo all’iniziativa di Indivisibili che si è svolta ieri mattina e in cui si chiedeva al Comune di non fare propria la legge Salvini. La questione riguarda la tutela al diritto di iscrizione anagrafica dei richiedenti asilo. «Nella giornata in cui le Nazioni Unite criticano l’Italia per la violazione dei diritti umani e la discriminazione razzista – scrive Potere al Popolo in una nota –, è bene ricordare qualche minima regola della nostra convivenza: impedire l’esercizio del diritto all’iscrizione anagrafica è in contrasto con l’articolo 3 della nostra Costituzione, che stabilisce non ci possa essere una diversità di trattamento per gli stranieri regolarmente presenti sul territorio». Secondo gli esponenti di Potere al popolo «Contravviene inoltre al principio di parità di trattamento coi cittadini italiani che è sancito anche dall’articolo 6 del decreto legislativo 286/1998 per i migranti regolarmente soggiornanti. Ciò vale per tutti i titolari di permesso di soggiorno per richiesta asilo che, a norma di legge, costituisce titolo valido a soggiornare legalmente sul territorio italiano. Nel complesso, Potere al Popolo sostiene ogni azione che rivendichi la tutela dei diritti umani, italiani e stranieri». Secondo gli attivisti di Indivisibili: «il diritto all’iscrizione anagrafica non è vincolato al possesso di uno specifico titolo di soggiorno ma si basa sull’accertamento delle condizioni che lo consentano, a partire dal requisito dei tre mesi di dimora abituale». La Lega questa mattina è intervenuta sulla manifestazione parlando di una strumentalizzazione e ribadendo il sostegno alla legge Sicurezza: «I richiedenti asilo continueranno a ricevere gli stessi servizi di accoglienza, assistenza e cure».

 

Diritto alla residenza: flash mob in viale Trieste

Flash-mob contro la legge Salvini «Il vento è cambiato, basta immigrazione incontrollata»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X