Pantana contro il centro sociale,
la protesta è un flop:
«La gente non è venuta per paura»

MACERATA - Presenti alcuni esponenti di Casapound, guidati dal responsabile regionale Andrea Lamona. Tre persone tra cui una residente sono intervenute ma solo per difendere il csa Sisma. La consigliera chiede che il Comune riconverta la sede in un asilo
- caricamento letture
pantana-protesta

A destra Deborah Pantana

 

Solo una manciata di esponenti di Casapound (rimasti una decina di minuti) alla protesta organizzata contro il centro sociale di Macerata da Deborah Pantana, consigliera comunale e presidente della neo lista “Uniti per il centro destra”. Con lei oltre al responsabile regionale del movimento di ultradestra Andrea Lamona, anche tre esponenti di realtà vicine a Pantana, tra cui Orietta Quarchioni dell’associazione “L’esistenza ora” e Fabiola Bruzzesi, coordinatrice regionale di “Realtà Popolare”. Un flop insomma oggi pomeriggio in via Alfieri, dove ha sede il centro sociale Sisma. La consigliera aveva organizzato un sit in per chiedere al Comune di togliere l’edificio al centro sociale e riconvertirlo in un asilo e «fermare il degrado». Ma di cittadini nemmeno l’ombra.

pantana-protesta-casapound-1-325x244O meglio, tre persone (tra cui una residente) si sono presentate. Ma per il motivo opposto: difendere il centro sociale dalle accuse dei manifestanti. «Ci dà fastidio sentire associata la parola “degrado” a quella di “centro sociale” – spiega una di loro -. Io sono sposata, ho due figli, sono laureata e lavoro. Così come lavora mio marito che era con me oggi. Non siamo certo “feccia” e quando il centro sociale propone attività interessanti partecipo volentieri». Dopo un’oretta i pochi presenti se ne sono andati, complice anche il freddo pungente.

Per Deborah Pantana però le cause sono altre: «Per comprendere la pericolosità di questo posto basta vedere che le persone non sono venute alla manifestazione di oggi perché hanno avuto paura. E anche il fatto che c’erano moltissime forze dell’ordine a vigilare». Che fosse un’occasione speciale o meno, le forze dell’ordine vigilano costantemente le manifestazioni pubbliche per garantirne il sereno svolgimento.

(foto di Fabio Falcioni)

Conti del Gus e gestione del centro sociale: Marchiori chiede trasparenza

pantana-protesta-casapound

Casapound alla protesta

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X