facebook twitter rss

Festa disco senza autorizzazione
e uscite di sicurezza ostruite:
ecco perché è stato chiuso il Bowling

CIVITANOVA - Il provvedimento della questura rientra nell'ambito dei controlli disposti nei locali dopo la strage di Corinaldo
lunedì 11 Febbraio 2019 - Ore 18:23 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Cinquecento persone presenti e uscite di sicurezza ostruite da tavoli e sedie. Ci sono anche motivazioni legate all’incolumità pubblica nella chiusura del Bowling di Civitanova, raggiunto da un provvedimento di sospensione per 15 giorni emanato dal questore Antonio Pignataro. Su tutto pesa anche la tragedia di Corinaldo costata la vita a sei persone e dopo la quale il tema della sicurezza dei locali pubblici è diventato uno dei temi al centro dell’operato della polizia. E infatti il controllo al Bowling era inserito in una campagna di prevenzione e informazione sulla legalità. Quando sabato pomeriggio gli agenti sono entrati nei locali di via Silvio Pellico, in corso c’erano anche alcune feste di compleanno. E’ stato consentito lo svolgimento delle feste per non turbare i partecipanti e una volta terminate, attorno alla 20 è stata disposta la chiusura del locale. Il provvedimento però è scattato a seguito di un precedente controllo, avvenuto alcuni giorni fa da parte del commissariato di Civitanova e dalla Finanza. In quell’occasione il personale aveva rilevato la presenza di circa 500 persone che stavano ballando al centro della pista accostando tavoli e sedie ai muri e alle uscite di sicurezza che erano ostruite con la pista illuminata da luci psichedeliche. Da qui la contestazione di attività di discoteca senza le dovute autorizzazioni. Attività che tra l’altro ha messo a rischio l’incolumità delle persone presenti le quali, nel caso di una qualsiasi situazione di pericolo, incendio, o panico non sarebbero potute scappare se non attraverso l’unica porta ampia circa 2 metri, con conseguenze facilmente immaginabili. Peraltro nella circostanza, erano state identificate svariate persone già note alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio e in materia di spaccio di sostanze stupefacenti. Una di queste era stata anche trovata in possesso di una dose di hashish. I controlli proseguiranno anche nelle prossime settimane, anche per dissuadere l’organizzazione di eventi occasionali senza le prescritte autorizzazioni.

Chiusura del Disco Bowling: «Legata ad evento latino-americano, non c’è attività di spaccio»

Stretta del questore: sigilli anche al Disco Bowling

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X