Fonte storica recintata,
intervengono i vigili urbani

MACERATA - Entro 15 giorni la famiglia Pantana, proprietaria dell'immobile che l'ha inglobata, dovrà renderla fruibile al pubblico, come previsto dal permesso a costruire
- caricamento letture
PANTANA-3-FOTO-RICCI-LA-FONTE-CIAMBRIONE-DURANTE-I-LAVORI-DI-COSTRUZIONE-DELLA-NUOVA-CASA-PANTANA-325x192

Fonte Ciambrione si trova all’interno della recinzione della costruzione

Fonte storica nella recinzione di una abitazione privata, il Comune di Macerata dà 15 giorni per sanare la situazione. 
Nei giorni scorsi i vigili urbani di Macerata hanno controllato, su segnalazione di alcuni cittadini, la costruzione di proprietà dei genitori di Deborah Pantana, consigliere comunale, che si trova in via Fontemaggiore. Immediatamente adiacente alla costruzione c’è fonte Ciambrione o “delle trippe” risalente alla fine del Quattrocento. «La fonte storica  – spiega l’assessore all’Urbanistica Paola Casoni – si trova esattamente al confine della proprietà privata e, addirittura, la cisterna, è all’interno. Per questo nel permesso a costruire rilasciato dal Comune, è previsto che il proprietario dell’immobile renda pubblica la fontana». Così però non è stato visto che la fonte è stata inglobata all’interno della recinzione che la rende non fruibile. I vigili hanno quindi comunicato alla famiglia la prescrizione di adeguarsi entro 15 giorni a quanto previsto dal permesso a costruire.

La scorsa estate, era finita nel mirino la villa dell’ex rettore Unicam Flavio Corradini: in quel caso l’abitazione è a ridosso della fonte “Pozzo del mercato” in prossimità dello Sferisterio.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X