facebook twitter rss

Assume un mix di farmaci:
la studentessa migliora

MACERATA - La ragazza è ricoverata in Rianimazione ma a breve lascerà il reparto perché fuori pericolo. Ieri era stata soccorsa al collegio Montessori
venerdì 8 Febbraio 2019 - Ore 12:45 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
0 Condivisioni

 

I carabinieri ieri davanti al collegio

 

Soccorsa dopo aver assunto un mix di farmaci, migliorano le condizioni della studentessa dell’Accademia di belle arti di Macerata. La ragazza, originaria di Teramo, è ricoverata in Rianimazione all’ospedale di Macerata, ma dovrebbe essere trasferita a breve in un altro reparto perché fuori pericolo. La studentessa, 22 anni, era stata soccorsa ieri. Intorno alle 13 una amica era andata a cercarla al collegio Montessori, in corso Cairoli, a Macerata, dove la ragazza soggiorna per frequentare le lezioni. L’amica si era preoccupata perché non le rispondeva al telefono. Anche giunta al collegio aveva continuato a chiamarla ma senza ottenere risposta. Niente anche bussando alla porta. Allora aveva contattato la responsabile della struttura che con un passpartout aveva aperto la porta della stanza. La ragazza era stata trova a terra, priva di sensi. Vicino a lei i tubetti degli antidepressivi. Immediati i soccorsi da parte del 118, sul posto anche i carabinieri per svolgere gli accertamenti del caso. La ragazza, portata al pronto soccorso di Macerata ed era stata sottoposta a lavanda gastrica e poi trasferita in Rianimazione. L’intervento dei medici è stato decisivo (moltissime le pastiglie che la giovane aveva assunto). La 22enne si è ripresa e a breve lascerà la Rianimazione. Dovrà comunque seguire un percorso per vincere le fragilità interiori che ieri l’hanno portata ad assumere i farmaci.

(Gian. Gin.)

Tenta il suicidio con un mix di farmaci, grave una studentessa di 22 anni



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X