Iscrizioni alle scuole superiori:
i maceratesi preferiscono i licei

LA SCELTA - In provincia al primo posto lo scientifico tra le opzioni degli studenti per il primo anno
- caricamento letture
liceo-scientifico-galilei-laboratori-foto-M.R-8-650x433

Un laboratorio del liceo Galilei di Macerata

 

Si sono concluse le iscrizioni al primo anno delle scuole superiori e l’ufficio scolastico regionale ha elaborato i dati: nelle scelte degli studenti restano predominanti i licei anche se in leggero calo, sostanziale conferma dei tecnici e buona tenuta dei professionali. Il 56,89% dei maceratesi sceglie il liceo (57,36 nel 2018), un dato sopra la media nazionale (55.4%). Il 14,35 i professionali (11,52 nel 2018), il 28,76 gli istituti tecnici (29,17 nel 2018)Nel dettaglio tra i licei i preferiti dai maceratesi ci sono lo scientifico (12,61% con un altro 7,30% che sceglie scienze applicate ) e il linguistico (12,36%). Poi il classico (8,43%), scienze umane (8,11%), l’artistico (4,39%) e il coreutico (0,43%).  

La tendenza regionale non riflette la media nazionale dove la crescita dei licei sembra inarrestabile. Sarebbero infatti il 51,93% le famiglie nelle Marche che avrebbero scelto questa tipologia di scuola contro il 53,06 dello scorso anno. Sorprese anche per quanto riguarda i professionali, che mentre a livello nazionale fanno registrare un lento ma continuo decremento (13,6% quest’anno) nelle Marche si attestano su una percentuale del 15,37, con una discreta crescita rispetto allo scorso anno (14,22%). Sopra la media nazionale e sostanzialmente stabili anche gli istituti tecnici (32,70 contro il 32,72% del 2018/19).

Va comunque tenuto presente che tutti questi dati sono frutto delle prime elaborazioni effettuate sulle iscrizioni online dal sistema informativo del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, che esprimono, a questa data, semplicemente le scelte delle famiglie della regione. Dopo la chiusura delle iscrizioni, alle scuole spetta poi il compito di verificare le domande lasciate in sospeso e accettare o smistare in altre istituzioni scolastiche quelle inoltrate. Comunque, stando a queste prime indicazioni, le Marche si confermano anche come una regione “plurale”, con notevoli differenze tra provincia e provincia a seconda delle differenti situazioni socioeconomiche che le caratterizzano.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X