In manette pusher degli studenti:
è il terzo arresto in un anno

MACERATA - Operazione "Indomito" della Squadra volante: preso al parco di Fontescodella il 21enne Jarra Sulayman dopo pedinamenti e appostamenti svolti per riuscire a stroncare la sua attività di spaccio
- caricamento letture

 

droga-jarra-1-650x457

La droga sequestrata

 

di Gianluca Ginella

Lo hanno pedinato per settimane dopo due precedenti arresti per spaccio. In manette un ventenne della Guinea, Jarra Sulayman, 21. Ieri è stato fermato dagli uomini della Squadra volanti di Macerata al termine di una serie di indagini e accertamenti sul suo conto.

polizia-controlli-fontescodellaE’ ritenuto uno degli spacciatori che vendono droga agli studenti a Macerata. Ieri è stato fermato al parco di Fontescodella. Aveva con sé 20 grammi di hashish. Finora era già stato arrestato altre due volte: nel febbraio del 2018 e il 17 gennaio scorso quando venne visto spacciare a due studenti al parco di Fontescodella.

A operare era sempre stata la polizia. Il 21enne è stato fermato intorno alle 15 di ieri nel corso di una operazione chiamata “Indomito”, proprio perché gli agenti volevano stroncare l’attività di spaccio del 21enne. A operare, insieme alle volanti, dirette dal commissario capo Gabriele Di Giuseppe, ieri c’era anche la squadra cinofili di Ancona.

Pignataro_FF

Il questore Antonio Pignataro

Finora nell’arco dei tre arresti gli sono stati sequestrati circa 90 grammi tra hashish e marijuana. Dopo l’ultima volta che era finito in manette, il Tribunale di Macerata lo aveva sottoposto all’obbligo di firma. Nonostante questo però non aveva interrotto l’attività di spaccio. Non sapeva però che i poliziotti continuavano a controllarlo. La sera del 28 gennaio e la notte del 30 gennaio gli agenti lo avevano notato insieme ad altre persone note alle forze dell’ordine. E avevano deciso di stringere i controlli su di lui con pedinamenti e servizi di appostamento. E così è stato notato entrare di corsa al parco di Fontescodella e uscirne sempre alla svelta.

gabriele-di-giuseppe-2

Il commissario Gabriele Di Giuseppe

Ieri tre agenti della volante e dei cinofili sono entrati nel parco e lo hanno visto seduto su di una panchina, in disparte. Sembrava in attesa di qualcuno. Così gli agenti hanno deciso di avvicinarsi e controllare. Però il 21enne come ha visto i poliziotti ha lanciato qualcosa nella vegetazione per poi cercare di allontanarsi in direzione contraria rispetto a dove stavano i poliziotti. E’ stato subito raggiunto e fermato dagli agenti. Gli uomini della volante lo hanno perquisito con l’aiuto del cane dei cinofili. In una tasca del giubbotto gli agenti hanno trovato 14 involucri termosaldati. In tutto i poliziotti hanno trovato 20 grammi di hashish. Il giovane è stato arrestato. Per quanto riguarda i precedenti arresti, nel febbraio del 2018 era stato trovato con 30 grammi di droga tra hashish e marijuana. Dopo quell’arresto si era spostato da Macerata e Tolentino per poi fare ritorno al capoluogo. Il suo target di spaccio, secondo le indagini della polizia, erano gli studenti. E proprio a due studenti era stato visto spacciare, sempre al parco di Fontescodella, il 17 gennaio.

(Ultimo aggiornamento alle 12,55)

 

droga-jarra-2-650x366

La droga sequestrata il 17 gennaio



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =