facebook twitter rss

Maceratese, attacco spuntato
nella sfida play off con l’Azzurra Colli

PROMOZIONE - Le squalifiche di Mongiello e Ridolfi stravolgono i programmi di mister Moriconi per la partita di domani all'Helvia Recina. All'andata due espulsioni e la sconfitta per 2-0 nell’esordio stagionale. I consigli di Roberto Agostinelli: «Potrebbe andare bene anche un pareggio»
sabato 12 Gennaio 2019 - Ore 19:12 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

L’esultanza dei giocatori dell’Azzurra Colli nella gara d’andata

 

di Mauro Giustozzi

L’incrocio con l’Azzurra Colli di domani (fischio d’inizio alle ore 15) all’Helvia Recina è una sfida playoff che l’HR Maceratese non può fallire. Va detto che quando i biancorossi incrociano la squadra di Colli del Tronto la congiuntura non è mai delle più favorevoli. All’andata ci furono le espulsioni di Arcolai e Capparuccia a corollario della sconfitta per 2-0 nell’esordio stagionale in Promozione. Stavolta le squalifiche arrivate dopo il pareggio casalingo contro l’Aurora Treia di Ridolfi e Mongiello praticamente azzerano il potenziale offensivo della squadra di Moriconi in vista di questa sfida. Per una partita importantissima, la seconda consecutiva casalinga, che i biancorossi non possono sbagliare. Una vittoria rasserenerebbe l’ambiente ma, viste le condizioni di organico con cui l’HR Maceratese scenderà in campo, anche un pareggio alla fine non sarebbe da disdegnare mantenendo a distanza la diretta avversaria. E’ chiaro che una sconfitta invece avrebbe ripercussioni gravissime sul cammino playoff dei maceratesi. Anche perché l’avversario che arriva si preannuncia alquanto scorbutico. L’undici allenato da Fanì, infatti, tallona la zona playoff ed è la squadra che ha incassato meno sconfitte, appena 1 nel girone di andata, fatta salva l’imbattuta capolista Valdichienti. Ed è anche la formazione che ha collezionato più pareggi (9) di tutto il girone avendo la seconda miglior difesa del torneo.

Roberto Agostinelli

Bastano questi due dati per capire che sarà una sfida molto incerta, equilibrata, aperta a qualsiasi risultato. «Conosco molto bene mister Fanì –ci dice il direttore sportivo maceratese Roberto Agostinelli nel presentare la sfida di domenica- che è una bravissima persona sia per quanto concerne l’aspetto professionale che umano. Direi che è uno dei migliori della categoria, in un girone comunque che presenta molti allenatori capaci ed esperti quali Zannini, Pierantoni, Moriconi, Santoni, Clerici che rendono molto interessante ed equilibrato questo girone B. Credo che sarà una partita molto difficile per l’HR Maceratese perché l’Azzurra Colli fuori casa è compagine in grado di creare problemi a chiunque. Va detto che i biancorossi dovranno scontare le pesanti assenze di Ridolfi e Mongiello che sono certamente due elementi di caratura superiori alla Promozione come hanno dimostrato nelle gare che hanno giocato assieme». Dunque una partita delicata per la formazione di mister Moriconi alle prese col ridisegnare soprattutto in attacco una formazione che possa dare fastidio agli ascolani. «Certo la Maceratese non può sbagliare questa partita, la seconda consecutiva in casa –prosegue Agostinelli- però per le condizioni in cui l’affronta io non disdegnerei neppure un pareggio che sarebbe un risultato utile per restare in zona playoff e aspettare il recupero della miglior formazione. Una sconfitta, invece, rischierebbe di deprimere squadra e ambiente. In occasione dell’ultima gara contro Treia ho sentito molte polemiche sulla direzione arbitrale. Che ci può stare. Ma nessuno ha indicato anche le mosse del mister dell’Aurora, Passarini, che ha iniziato con la difesa a 3 per poi passare a 4 nella ripresa. Una mossa che assieme alla superiorità numerica è stata decisiva nella rimonta di due reti».

Mister Moriconi

Nella volata del girone di ritorno in pole position per il successo del campionato resta il Valdichienti capolista. «Sicuramente è la compagine più accreditata per il successo finale –afferma sempre Agostinelli- col mercato di riparazione si è ulteriormente rinforzata per centrare l’obiettivo. Però l’equilibrio credo che proseguirà anche nel girone ascendente. Ci sono formazioni come Civitanovese, la stessa HR Maceratese in grado di dare fastidio ai calzaturieri. Direi che le prime 5 squadre della classifica saranno anche quelle che si giocheranno vittoria finale e playoff, salvo qualche sorpresa che potrebbe inserirsi a lottare per la quinta posizione utile a disputare i playoff». Nelle file dell’HR Maceratese, che giocherà con Girotti e Capparuccia in diffida e quindi col rischio di squalifica in caso di ammonizione, potrebbe esserci l’esordio anche dell’altro acquisto Tartabini in difesa con possibile spostamento in mediana di Bigoni, soprattutto se Campana non dovesse farcela per i soliti problemi alla caviglia con cui convive. In avanti scelte praticamente obbligate visto le assenze degli squalificati Ridolfi e Mongiello. Questa la probabile formazione che scenderà in campo contro l’Azzurra Colli.
MACERATESE (4-3-3): Tomba; Tartabini (Girotti), Capparuccia, Arcolai, Bigoni; Campana, Severoni, Moriconi; Agostinelli, Suwareh, Massini.

 

Articoli correlati

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X