L’errore tattico di Moriconi:
quando una lettura sbagliata
costa un successo meritato

SOMMA ALGEBRICA - Non c'è solo l'arbitraggio discutibile fra le cause del pareggio interno contro l'Aurora Treia. Non hanno convinto le scelte del mister della Maceratese per far fronte all'inferiorità numerica dopo l'espulsione di Ridolfi
- caricamento letture

 

enrico-maria-scattolini

Enrico Maria Scattolini

 

di Enrico Maria Scattolini

INDUBBIAMENTE TALE GIORGIANI DI PESARO ha commesso errori nella direzione di HR Maceratese vs Aurora Treia (-).

IN PRIMIS I DUE CARTELLINI GIALLI con cui, nelle fasi d’avvio della ripresa, ha bruscamente interrotto la fatica domenicale del funambolico Ridolfi (—).

MINACCIOSO PREAVVISO QUELLO INIZIALE (-) Tanto sollecito quanto severo perché sanzionante un normale fallo di gioco del centrocampista biancorosso ai danni di un calciatore treiese appena sfiorato dalla intercettazione. Appena meritevole della concessione della semplice punizione.

OVVIAMENTE DETERMINANTE IL SECONDO. Anche in tale caso lettura molto rigida (-) in capo a Ridolfi, cui è stata negata l’attenuante di aver ingenuamente pagato le conseguenze della furba esperienza del diretto avversario.

montecosaro-maceratese6-ridolfi-325x209

Giacomo Ridolfi

QUASI IL SOSPETTO (-) D’UN CONTO APERTO fra due pesaresi: appunto referee e trequartista della Rata.

AL DI LA’ DELLA BATTUTA, molti – e fra questi me medesimo – hanno ricordato quanto invece accaduto a Montecosaro la domenica precedente. Il salvacondotto (-) concesso a Pietrella dopo il primo provvedimento disciplinare subito per una brutta entrata su un biancorosso, che di fatto lo ha alleggerito del rischio di espulsione, nel prosieguo del match, per la costante preoccupazione dell’arbitro di evitare il letale cumulo con un eventuale altro “giallo” e conseguente trasformazione in un “rosso”.

E’ EVIDENTE CHE OGNI DIRETTORE DI GARA deve agire in completa autonomia di giudizio. Tuttavia certi paragoni sono inevitabili e lasciano perplessi per discontinuità comportamentale (-). Soprattutto quando puntualmente subita.

TUTTAVIA LE CAUSE DEL DEFAULT DEL SECONDO TEMPO DELLA RATA (-) non possono essere attribuite solo all’arbitraggio.

MACERATESE_FUTURA93_FF-4-325x216

Mister Moriconi

ALMENO UNA CONCAUSA coinvolge la responsabilità diretta di Moriconi/trainer (-).

INCAPACE (-) DI GESTIRE AL MEGLIO L’EMERGENZA per l’inferiorità numerica prodotta dall’allontanamento dal campo di Ridolfi.

AZIONE CHE AVREBBE RICHIESTO contromosse più articolate dello scontato trasferimento (-) di Suwareh (poi sostituito da Massini) al centro dell’attacco, mutilato dall’arretramento di Mongiello.

ATTRAVERSO UNA IMPOSTAZIONE (+) che doveva essere verticalizzata sull’unica punta rimasta che avrebbe dovuto muoversi nella profondità, in modo da tenere quanto meno all’erta un paio d’uomini della difesa treiese; che avrebbe potuto così sfruttare la velocità e l’agilità di Suwareh; che doveva soprattutto preoccuparsi di controllare il presidio della zona di mezzo campo biancorossa, per ridurre al minimo gli spazi inevitabilmente concessi alla superiorità avversaria; e che infine avrebbe dovuto mantenere un baricentro che tenesse il più possibile lontano dalla propria area il minaccioso fraseggio treiese.

SCELTE DA TONIFICARE COL RICORSO AD UN MINIMO DI OSSIGENO DALLA PANCHINA, al di là di Massini(+).

HRMaceratese_Treia_FF-11-325x216

L’esultanza dei giocatori della Maceratese dopo il gol di Mongiello

AD ESEMPIO: PERCHE’ MANTENERE IN CAMPO Mongiello, visibilmente stanco, e lasciare invece in panca (-) un Agostinelli smanioso di giocare? I suoi guizzi e la sua freschezza avrebbero potuto creare problemi alla terza linea dell’Aurora Treia, impegnata nel supporto agli altri reparti per il (riuscito) recupero del risultato e quindi sicuramente più preoccupata di offendere che difendere?

CONTINGENZE DI QUESTO TIPO ne capitano spesso sui campi di calcio; quindi sorprende la…sorpresa di Moriconi (-).

INVECE E’ ACCADUTO CHE LA SUA SQUADRA (-) si rinserrasse ineluttabilmente nella propria zona di vigilanza e tentasse di uscirne con velleitarie manovre orizzontali anziché lanci lunghi alla ricerca della sponda avanzata. Con la paradossale conseguenza di esporsi al contropiede dei treiesi (primo gol di Capenti) o concedendo loro, nei momenti di apnea, tiri liberi dai sedici metri. L’ultimo dei quali, quello di Chornopyshchuk (cognome difficile anche da scrivere), fatale proprio allo scadere del tempo.

PROVA D’ IMMATURITA’ che ha avuto il potere di bruciare una prima frazione bellissima (+++), addirittura spettacolare nell’espressione dei due gol di Mongiello e di Moriconi/giocatore.

HRMaceratese_Suwareh_FF-3-325x216

Il neoacquisto della Maceratese, l’attaccante gambiano Sulayman Suwareh

FESTEGGIATI DA UN PUBBLICO D’ECCEZIONE (+) per un match di Promozione, al netto della robusta rappresentanza di supporters ospiti.

CONFERMA DEL GRADIMENTO (+) con cui la tifoseria “pistacoppa” ha apprezzato l’ultimo sforzo di mercato del presidente Crocioni.

ORA L’HR MACERATESE E’ COMPLETA (+). Nessuno ha più alibi.

INCOMINCIANDO DAL VERTICE TECNICO, atteso domenica prossima da un appuntamento già difficile per la qualità dell’avversario (l’Azzurra Colli); ancor più temibile per le sicure assenze di Ridolfi e Mongiello.

CHE POTREBBERO NON ESSERE gli unici squalificati, per il corollario di ammonizioni di diversi altri biancorossi (-).

 

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X