facebook twitter rss

Sassotetto, sciovie aperte nel 2019
Lavori prorogati di un anno

SARNANO - Nella legge di bilancio approvata in Senato inserito l'emendamento che allunga la vita degli impianti, la cui revisione generale sarebbe costata più di 300mila euro
domenica 23 Dicembre 2018 - Ore 15:47 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Sassotetto


Allungata la vita delle sciovie di Sassotetto. E’ quanto annuncia il sindaco di Sarnano, Franco Ceregioli, in una nota stampa. Nella legge di bilancio approvata al Senato era stato infatti inserito l’emendamento “Salva-Sassotetto”, firmato dal senatore Paolo Arrigoni. La norma consente il prolungamento di un anno della vita tecnica delle sciovie in scadenza nel 2018 nelle Marche e in Abruzzo. Le due sciovie di Sassotetto sono infatti giunte alla fine della loro vita tecnica e, per procedere agli adempimenti previsti dalla attuale normativa al fine di rinnovare la funzionalità degli impianti, si sarebbe dovuto procedere ad una revisione generale i cui costi sono stati stimati in oltre 300mila euro.
«Il bilancio comunale – spiega il sindaco Ceregioli – non avrebbe mai consentito di poter affrontare tale onere e negli ultimi anni non sono più stati emanati dalla Regione Marche bandi di accesso a contributi per interventi sugli impianti a fune, che avrebbero potuto consentire di coprire tali ingenti oneri. Era anche stata ipotizzata una proroga tecnica legata alla sospensione dei termini di decadenza previsti dal decreto legge in conseguenza del sisma, ma la percorribilità di tale ipotesi è tuttora al vaglio dei competenti uffici ministeriali. In questa situazione, l’amministrazione comunale ha interessato della vicenda il Parlamento, spiegando quanto fosse importante poter ottenere la proroga, almeno di un anno, della vita tecnica degli impianti, al fine di consentire sia l’apertura delle sciovie durante la attuale stagione invernale, sia di predisporre tutte le procedure per ottenere il prolungamento definitivo della loro vita tecnica».

Franco Ceregioli

In proposito vi era già stato un precedente lo scorso anno, quando il Governo Gentiloni aveva decretato che la vita tecnica degli impianti di risalita in scadenza nel 2017 venisse prorogata di un anno, «ma del tutto inopinatamente – ha commentato il primo cittadino – tale proroga veniva concessa solo agli skilift siti nel territorio della regione Abruzzo, e non nelle Marche. Questa incomprensibile scelta del precedente Governo si era rivelata doppiamente penalizzante in quanto estendeva i suoi effetti anche a stazioni sciistiche abruzzesi fuori cratere sismico, mentre escludeva quelle all’interno del cratere, tra cui Sarnano/Sassotetto. L’appello del Comune è stato raccolto dal senatore della Lega, Paolo Arrigoni, primo firmatario dell’emendamento, che ha poi ottenuto il parere favorevole del viceministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, Edoardo Rixi. Una volta approvata la legge di bilancio anche alla Camera dei deputati (approvazione che dovrebbe avvenire entro il 29 dicembre prossimo), nel giro di pochi giorni sarà pertanto possibile riaprire le sciovie di Sassotetto, essendo a quel punto solo necessario da parte dei competenti uffici ministeriali un sopralluogo per la verifica della funzionalità degli impianti». L’emendamento concede maggiore serenità e possibilità di programmazione al sindaco Ceregioli, che ha ringraziato per il supporto al territorio gli stessi Arrigoni e Rixi, oltre agli onorevoli Tullio Patassini e Giuliano Pazzaglini «che hanno raccolto le nostre istanze facendosene attivi portavoce in Parlamento». «E’ stato un esempio – ha aggiunto infine Ceregioli – di politica virtuosa».

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X