facebook twitter rss

Corteo antifascista (LE FOTO)
In 200 sfilano nella città blindata:
Cori contro Troiani: «Dimettiti»

CIVITANOVA - La manifestazione nasce anche come reazione ai post del vicesindaco su Facebook. Insulti al primo cittadino. L'ex assessore Cecchetti: «Siamo qui per rivendicare i valori fondanti della Repubblica». Commercianti arrabbiati per la chiusura del centro
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
300 Condivisioni

 

 

di Laura Boccanera (Foto di Federico De Marco)

Circa duecento manifestanti hanno partecipato oggi pomeriggio al corteo antifascista, antirazzista e antisessista di Civitanova organizzato dalla rete antifascista. Una manifestazione nata anche come risposta alle esternazioni sul web del vicesindaco Fausto Troiani verso il quale sono partiti cori al grido di “dimettiti”.

Insulti anche verso il sindaco Fabrizio Ciarapica (pezzo di m…) davanti ai giardini di piazza. Ridotto ulteriormente il percorso del corteo che ha sfidato il freddo pungente. Partito attorno alle 17 dal Varco sul mare il corteo ha sfilato sul lungomare sud fino a via Mazzini dove ha svoltato per viale Vittorio Veneto e su fino a via Duca degli Abruzzi. Durante il percorso si sono uniti anche alcuni ritardatari: diverse le sigle che hanno aderito, numerosi anche i migranti dell’ambasciata dei diritti di Ancona e anche alcuni stranieri dell’Hotel House. “Voi via Balbo e Almirante, noi antifascisti” e poi ancora “Troiani vattene” e “Citanò antifascista” recitavano alcuni striscioni e manifesti mentre cori intonavano “siamo tutti antifascisti” e “Bella ciao”. Un corteo che si è diramato tra il centro senza particolari problemi: imponente il servizio d’ordine con polizia e carabinieri, e la Municipale per la viabilità, interrotta solo al momento del passaggio dei partecipanti.

Il riferimento ai fatti locali è tornato più volte nelle parole dei partecipanti, in particolare le parole del vicesindaco che su Facebook aveva insultato capi di stato e perfino il Pontefice sono state oggetto di contestazione e sdegno: «ogni donna di questo corteo dovrebbe manifestare, abbiamo un uomo delle istituzioni, un vicesindaco, che definisce le donne come troie, solo come oggetti sessuali» (il riferimento è ad alcuni post del passato su Franca Rame, ndr).

Il questore Antonio Pignataro

E poi ancora a prendere la parola l’ex assessore Cristiana Cecchetti: «Siamo qui per rivendicare i valori fondanti della Repubblica, accoglienza, uguaglianza, solidarietà. Solidarietà è una parola buona, non è una parolaccia, sono i valori che hanno difeso con la loro vita tanti prima di noi, e lo vogliamo ricordare a tutti. Vogliamo una civiltà meticcia, una società che rispetta le donne, sempre, nel linguaggio e nei modi. Questa è la Civitanova pulita che vogliamo e siamo qui per ricordarlo a tutti». Presenti tra i partecipanti anche alcuni consiglieri comunali: c’erano l’ex sindaco Tommaso Corvatta, Giulio Silenzi, Pier Paolo Rossi, Stefano Ghio, l’ex consigliera Belinda Emili, l’ex presidente dei Tdc Rosetta Martellini. Presente anche il consigliere regionale Francesco Micucci.

Contrariati e arrabbiati per la chiusura del centro i commercianti che rinviano a domani per dichiarazioni ufficiali e prese di posizione da parte della categoria.

 

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X