facebook twitter rss

In auto con tre ‘lucciole’:
denunciato per favoreggiamento
della prostituzione

CONTROLLI della polizia lungo la costa fermana
giovedì 6 Dicembre 2018 - Ore 16:26 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Pizzicato dalla polizia in auto con tre prostitute. E per lui scatta il deferimento all’autorità giudiziaria per favoreggiamento della prostituzione. Un passo indietro con la denuncia che si inserisce nel quadro più completo dei controlli a tutto campo della polizia di Stato nel corso dei quali sono stati anche rintracciate tre persone con precedenti penali contro il patrimonio, con uno di loro in possesso di un coltello.

Continuano i controlli che periodicamente la questura di Fermo organizza sulla costa fermana volti soprattutto al contrasto dell’attività di spaccio di sostanze stupefacenti e di abuso di sostanze alcoliche, di sfruttamento della prostituzione e di prevenzione dei reati predatori. Nelle giornate del 3 dicembre e di ieri i nuovi controlli hanno visto la partecipazione oltre che di pattuglie dedicate al controllo del territorio, della Squadra mobile e della Polizia Scientifica della questura, della Reparto Prevenzione Crimine di Pescara e della Polizia Stradale di Fermo con anche del prezioso apporto della Polizia Municipale di Porto Sant’Elpidio e dell’unità cinofila della Guardia di Finanza.

Sono stati effettuati numerosi posti di controllo che hanno portato alla verifica di 320 persone di cui 25 stranieri e 250 veicoli controllati; da tali controlli si è proceduto alla contestazione di 41 sanzioni per violazione delle norme del codice della strada. Inoltre sono state controllate 20 prostitute. Nello specifico, a seguito dei controlli un italiano è stato sorpreso in compagnia di tre prostitute extracomunitarie a bordo del proprio veicolo. Non sapendo giustificare altrimenti la loro “compagnia”, l’uomo, dopo ulteriori e più approfonditi accertamenti, è stato deferito all’autorità giudiziaria per favoreggiamento della prostituzione.
Nel corso dei servizi, con particolare attenzione al contrasto della microcriminalità, si è anche accertata, nel territorio fermano, la presenza di tre persone con precedenti per reati contro il patrimonio dei quali uno trovato in possesso di un coltello a serramanico e sul quale gravava la misura cautelare dell’obbligo di dimora presso altro comune”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X