facebook twitter rss

Vede morire un’amica di leucemia:
aspetta i 18 anni e dona il midollo

LA STORIA - Carolina Fanciullo a 12 anni non aveva potuto fare nulla per salvare una 15enne che si era ammalata. Un episodio che l'ha segnata e raggiunta la maggiore età si è subito iscritta al registro dell'Admo a Civitanova: «E' una scelta fatta con la testa e con il cuore. La considero una tappa della vita che ciascuno dovrebbe percorrere»
giovedì 8 novembre 2018 - Ore 18:28 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Carolina Fanciullo oggi durante l’iscrizione al registro donatori di midollo osseo

 

di Marco Ribechi

A 12 anni perde un’amica a causa della leucemia e appena ne compie 18 diventa donatrice di midollo osseo. Carolina Fanciullo, romana di origine ma residente a Civitanova dove frequenta il quinto al liceo di Scienze Umane Stella Maris, non ha voluto aspettare un giorno in più per avere la possibilità di salvare una vita.

Il presidente Admo dela sezione di Macerata Maurizio Zamponi con Carolina Fanciullo

Così come Alessandra Cervigni (leggi l’articolo), appena raggiunta la maggiore età ha contattato l’Admo (Associazione italiana donatori midollo osseo) per fissare un appuntamento ed iscriversi oggi al registro dei donatori. La sua scelta di solidarietà ha però un’origine drammatica, l’aver assistito impotente alla morte di un’amica appena 15enne. «Quando avevo 12 anni la sorella di una mia compagna di classe si è ammalata di leucemia – spiega Carolina Fanciullo – io la vedevo spesso all’uscita da scuola, parlavo con lei ed avevamo un buon rapporto. Durante la sua malattia ero molto piccola ma ricordo che la sua famiglia era alla disperata ricerca di donatori compatibili. Nella mia ingenuità di bambina ho detto più volte che volevo donare il midollo per salvarla, vederla morire in quel modo mi ha lasciato un grande senso di impotenza e ha decisamente segnato la mia vita». Carolina si è così resa conto che quel dramma che ha colpito la famiglia della sua amica sarebbe potuto capitare a chiunque: «Tra l’altro era coetanea di mio fratello – continua la ragazza – mi sono immedesimata nella mia amica e ho sofferto molto, soprattutto perché nonostante lo volessi fortemente non ho potuto fare del bene. Per questo ho deciso che appena avrei potuto mi sarei iscritta come donatrice di sangue e di midollo osseo». Il 19 ottobre, in occasione del suo 18esimo compleanno, Carolina decide quindi di fissare l’appuntamento con l’Admo per potersi iscrivere al registro dei donatori.

«E’ una scelta fatta con la testa e con il cuore – dice la ragazza – si può fare del bene con poco, è una cosa grandissima, la considero una tappa della vita che ciascuno dovrebbe percorrere». L’impegno di Carolina non si ferma all’Admo, è infatti volontaria anche alla Croce Verde di Morrovalle: «Ho conosciuto la Croce Verde grazie a mio fratello che la frequenta per volontariato – continua -, sarebbe molto bello se un’associazione così importante come la Croce Verde si unisse all’Admo per realizzare dei progetti comuni». Il futuro di Carolina potrebbe essere nell’ambiente del soccorso: «Penso che finita la scuola mi iscriverò a Medicina – conclude -, intanto sto cercando di organizzare una giornata informativa nel mio istituto, probabilmente i volontari dell’Admo verranno a febbraio ad incontrare i miei compagni». È possibile iscriversi all’Admo al Centro trasfusionale di Civitanova dal lunedì al venerdì prendendo appuntamento e al centro trasfusionale di Macerata dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 11. Per informazioni si può chiamare il 347 5281795 o visitare il sito www.admomarche.it.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X