Rapinata dopo il prelievo al bancomat:
«L’ho afferrato per una gamba,
gridavo chiedendo aiuto»

CIVITANOVA - La donna, 68 anni, è al pronto soccorso e ha raccontato i momenti in cui un 25enne, poi rintracciato dalla polizia a Montegranaro e arrestato, le ha strappato la borsa. «L'avevo già visto, quando ho sentito che metteva in moto lo scooter e veniva verso di me ho pensato avesse brutte intenzioni»
- caricamento letture
signora-scippata-polizia-pronto-soccorso-ospedale-civitanova-FDM-3-650x411

La polizia in ospedale a Civitanova

di Laura Boccanera

(Foto di Federico De Marco)

«L’ho afferrato per una gamba, ho cercato di fermarlo, ero a terra ma ho tentato di riprendere la borsa». Dalla barella del Pronto soccorso è dolorante, un po’ impaurita, ma racconta fino in fondo cosa è accaduto questa mattina quando un civitanovese di 25 anni, con problemi di tossicodipendenza, l’ha gettata a terra e rapinata portandole via la borsa con il denaro appena ritirato al bancomat. Lui dopo un paio d’ore è stato fermato e portato in commissariato dalla volante della polizia. Si era rifugiato a Montegranaro dove dispone di un’abitazione dei genitori. Ha ora un nome e un cognome il rapinatore della donna di 68 anni di Civitanova che questa mattina è stata derubata all’uscita dalle Poste. Il malvivente le ha preso la borsa con all’interno circa 300 euro. Tutto è avvenuto nel quartiere Risorgimento e la civitanovese aveva capito cosa stava per accadere.

signora-scippata-polizia-via-goito-civitanova-FDM-1-650x434

La volante in via Goito

«Ero uscita di casa (abita in via Marchetti, ndr) e mi ero diretta a fare bancomat allo sportello delle Poste del quartiere – racconta la donna -. Avevo notato la presenza, mentre prelevavo, di questo ragazzo. Nel quartiere si vede spesso, è uno dei tossicodipendenti che frequentano la zona. Per cui ho prelevato e poi sono salita in sella alla bicicletta un po’ con circospezione. Ad un certo punto, arrivata all’altezza di via Goito, ho sentito che ha messo in moto lo scooter e si è messo nella mia direzione. Ho avuto un presentimento che stesse proprio seguendomi con brutte intenzioni, per cui mi sono fermata. Lui mi ha raggiunto e ha strattonato la borsa». La donna ha fatto resistenza, si è attaccata alla borsa, è caduta a terra, ma non ha mollato la presa. Lo scippatore ha perso l’equilibrio ed è caduto. «Gridavo aiuto – ricorda – urlavo, strillavo, ho provato anche ad aggrapparlo per la gamba per non farlo fuggire. Fortunatamente non mi ha picchiata, però è riuscito a rimettersi in sella». Ad un certo punto in aiuto è arrivato anche un ragazzo di Pescara, che si trovava da quelle parti e ha aiutato la donna a rialzarsi. La 68enne ha delle ferite alle braccia, escoriazioni alle mani, dolore alle ginocchia per la caduta. A quel punto è arrivata anche la volante della polizia. In ospedale gli agenti hanno ascoltato il racconto della donna e sono riusciti a identificare il suo rapinatore. E’ un ragazzo già noto che risiede a Civitanova. I poliziotti si sono messi sulle sue tracce. Il motorino utilizzato non è rubato, ma non appartiene al giovane. Alla fine, anche dopo un inseguimento e incrociando testimonianze, lo hanno trovano a Montegranaro, in un’abitazione che il ragazzo ha in uso appartenente alla famiglia. Aveva cercato riparo lì sperando di farla franca. Arrivati sul posto gli agenti lo hanno prelevato e portato in commissariato. Il 25enne è stato arrestato e andrà in carcere a Montacuto.

Preleva al bancomat delle Poste: scippata da un rapinatore in scooter Il malvivente è stato catturato



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X