facebook twitter rss

Ira all’ufficio postale,
non gli pagano la pensione
e fa a pezzi il terminale

MONTECOSARO - Un 63enne non aveva con sé i documenti e l'impiegato non ha potuto accreditargli il denaro. L'uomo se l'è presa ed è stato denunciato per danneggiamento e interruzione di pubblico servizio
giovedì 13 settembre 2018 - Ore 14:27 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Dimentica la carta d’identità e dà in escandescenze perché il dipendente della posta non gli accredita la pensione. Un pensionato civitanovese dovrà rispondere di danneggiamento e interruzione di pubblico servizio. È successo lo scorso 2 luglio nell’ufficio postale di Montecosaro. I carabinieri della Compagnia di Civitanova al termine delle indagini hanno denunciato un civitanovese di 63 anni che come una furia ha inveito e distrutto il terminale elettronico per pagamenti (Pos) per le operazioni allo sportello. L’uomo, S. M., quella mattina si era recato alle Poste per ritirare la pensione, ma alla richiesta di un documento da parte del personale (non aveva con sé la carta di identità) ha reagito con veemenza, prima prendendosela con l’impiegato dello sportello e poi, in un impeto d’ira, ha preso l’apparecchio Pos e l’ha sradicato distruggendolo e rendendo impossibile qualsiasi altra operazione. Per questo dovrà rispondere di danneggiamento e interruzione di pubblico servizio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X