facebook twitter rss

Al via la festa della Vernaccia:
«Da 59 anni è la nostra identità»

SERRAPETRONA - Fino a domenica la sagra del vino tipico che racconta l'intero territorio. Stand gastronomici, musica e mercatini per un appuntamento divenuto ormai classico. Il presidente della Pro Loco: «Niente più della nostra tipicità può descrivere il nostro borgo»
venerdì 10 agosto 2018 - Ore 12:06 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

La prima serata della Sagra della Vernaccia

 

Una bottiglia di Vernaccia

Un intero paese festeggia il suo vino tipico. E’ iniziata la Sagra della Vernaccia di Serrapetrona, un appuntamento classico dell’estate maceratese giunto ormai alla sua 59esima edizione. Il rinomato vino prodotto esclusivamente nel borgo e simbolo del territorio nel mondo è da sempre, insieme al buon cibo e alla natura, motivo di grande attrattiva. La grande affluenza di pubblico già nella prima serata fa sperare in un ennesimo successo nel weekend, a testimonianza che la festa è molto sentita dalla comunità montana. «Non ci siamo fermati neanche negli anni del terremoto – spiega Sandro Palombarini, presidente della Pro Loco di Serrapetrona – la vernaccia è un simbolo dell’identità di questo territorio, c’è un grande legame tra il nostro prodotto e le persone che lo fanno. Ecco perchè siamo potuti arrivare alla 59esima edizione, si tratta di una festa sentita, reale, che descrive fino in fondo il nostro borgo».

Il concerto in piazza

Quattro gli stand dei produttori presenti nel centro del paese, afiancati naturalmente dall’offerta gastronomica: «Sabato e domenica monteremo anche il mercatino di artigianato artistico e tradizionale – continua Palombarini – Ci sono oltre 50 persone mobilitate dalla Pro Loco che lavorano in maniera assolutamente volontaria per far riuscire la festa. Anche i nostri musei sono aperti ai visitatori. Nonostante le problematiche degli ultimi anni non ci vogliamo fermare ma al contrario vogliamo che la vernaccia diventi sempre più il simbolo che porti il nome di Serrapetrona alto nel mondo». Proprio il legame tra le persone, la tipicità e il lavoro ha permesso a Serrapetrona di soffrire meno il dopo terremoto: «Ovviamente anche noi abbiamo avuto persone che hanno preferito andarsene, magari sulla costa – spiega Palombarini – ma l’identità di Serrapetrona è qui perchè abbiamo molte cose in cui riconoscerci, una di queste è sicuramente la vernaccia che ci riempie di orgoglio». (Per il programma competo della festa leggi l’articolo).

(Ma.Ri.)

 

Musica live, cene in piazza e mercatini: torna la Sagra della Vernaccia

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X