facebook twitter rss

Devastano tavoli e panchine,
tre vandali ripresi dalle telecamere
L’appello: «Costituitevi»

TOLENTINO - Danni nell'area dell'ex centrale sotto al Ponte del diavolo, il vicesindaco: «La polizia locale sta visionando i filmati, fatevi avanti per evitare conseguenze più gravi»
giovedì 12 luglio 2018 - Ore 14:57 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Il Ponte del diavolo

 

Atti di vandalismo sotto al Ponte del diavolo a Tolentino: in tre ripresi dalle telecamere. L’appello: «Costituitevi». I fatti risalgono al 26 giugno. I tre sono entrati in azione all’imbrunire, rompendo e danneggiando i tavoli e le panchine che erano stati sostituiti recentemente nell’area dell’ex centrale. Il vicesindaco Silvia Luconi ha espresso tutto il suo sdegno. «Le panchine della zona circostante la ex centrale idroelettrica del Ponte del diavolo erano state sostituite a maggio – ha scritto – grazie al contributo degli organizzatori dello Strike Up che con le loro serate hanno finanziato in parte la riqualificazione dell’area. Nemmeno 1 mese e 23 giorni dopo, tre sciocchi per non dire di peggio, le hanno rovinate. Era il 26 giugno, alle 21,10, due saltavano sui tavoli e le panchine fino a spezzarne le assi, mentre il terzo fumava ridendo . Chissà se sono gli stessi che hanno giocato a calcio con le fioriere di via San Nicola, rendendole indecenti? Rispettiamo la città, che è di tutti; anche e soprattutto delle persone educate e per bene che per fortuna sono la maggioranza e non hanno il diritto di subire le frustrazioni di tre teppistelli. La polizia locale sta visionando i filmati e certamente a breve potrà risalire ai colpevoli di questi deplorevoli gesti. L’invito agli autori del fatto è di costituirsi quanto prima, evitando l’avvio delle indagini e tutto ciò che ne consegue. Anche gli operatori del Cea Pettirosso chiedono, anche a nome di tutti coloro che godono dell’area verde del ponte del diavolo e del parco fluviale, di poterne usufruire nel rispetto dell’ambiente e soprattutto di comportamenti civili e sostenibili affinché rimanga sempre fruibile, anche per chi verrà dopo di noi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X