Magliette rosse in piazza
al fianco di chi migra:
«Scelte del Governo disumane»

FLASH MOB - A Macerata una cinquantina di persone sotto il Comune in risposta all'appello nazionale di Libera. Il presidente dell'Anpi Marconi: «Bisogna salvare chi è in pericolo e poi ragionare su come gestire la situazione». Stamattina l'iniziativa anche a San Severino
- caricamento letture

magliette-rosse

 

«Umanità al potere». E’ questo il messaggio lanciato oggi da piazza della Libertà a Macerata da chi si è unito alla manifestazione nazionale indetta da Libera per le drammatiche condizioni dei migranti che tentano di attraversare il mar Mediterraneo. Una cinquantina le persone che hanno indossato una maglietta rossa, indumento diventato straziante simbolo dei bambini morti in mare durante la traversata.

magliette-rosse

A destra Lorenzo Marconi oggi in piazza della Libertà

«Prima di tutto – ha detto Lorenzo Marconi, presidente dell’Anpi provinciale -, occorre essere umani di fronte a ciò che ci accade intorno. Non possiamo ignorare che certe azioni messe in atto dal Governo abbiano contribuito ad aumentare i morti in mare. E questo ci sembra disumano. La diminuzione degli arrivi molto consistente è determinata da scelte che non rispettano gli elementari diritti civili e umani delle persone trattenute in Libia. Occorre appellarsi al diritto internazionale, soccorrere chi è in pericolo, e poi ragionare su come gestire la situazione». L’iniziativa c’è stata anche a San Severino questa mattina.

(Fe. Nar.)

magliette-rosse-1-650x419

magliette-rosse-san-sev

L’iniziativa a San Severino

magliette-rosse-san-sev-1-650x488

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X