Salute sul posto di lavoro,
iniziativa Asur nelle aziende

SANITA' - Sono 4.500 i lavoratori marchigiani coinvolti, la fetta maggiore nel Maceratese. Il direttore dell'Area Vasta, Alessandro Maccioni: «Interessa sia a dipendenti e aziende, sia al sistema sanitario e alla collettività»
- caricamento letture
ASUR_Maccioni_FF-9-631x650

Alessandro Maccioni

 

Le malattie croniche si combattono cominciando dal luogo di lavoro: da un anno è nato un programma dell’Asur Marche che si rivolge alle aziende. Da un anno è nato un programma relativo la salute nei luoghi di lavoro. Sono 4.500 i lavoratori marchigiani coinvolti. Il luogo di lavoro è un contesto privilegiato per sostenere le persone nel percorso di controllo dei fattori di rischio individuali dovuti a comportamenti errati (cattive abitudini alimentari, fumo, alcol, inattività fisica, stress). Le aziende, aderendo alla rete Whp e attuandone il programma, possono dare un importante contributo alla prevenzione delle malattie non solo professionali, ma anche cronico-degenerative, promuovendo la salute attraverso iniziative disegnate sulle necessità individuali e realizzate all’interno dell’azienda. «I luoghi di lavoro che aderiscono alla rete Whp marchigiana iniziano un percorso che prevede la realizzazione di buone pratiche efficaci nel campo della promozione della salute – dice il direttore dell’Area Vasta 3, Alessandro Maccioni –. Sulla promozione della salute nei luoghi di lavoro confluiscono gli interessi non solo dei singoli lavoratori e delle imprese ma anche del sistema sanitario e della collettività». Metà delle aziende coinvolte nel progetto regionale si trovano proprio nella zona dell’Area Vasta 3, quella del Maceratese. «La promozione della salute e del benessere nei luoghi di lavoro gioca un ruolo fondamentale non solo per la qualità della vita dei lavoratori, ma anche per il miglioramento del clima e della produttività di un’azienda. Le imprese delle province ad oggi aderenti stanno dimostrando di sapersi impegnare egregiamente in percorsi virtuosi e nell’applicazione di buone prassi» dice Roberta Stopponi, coordinatrice regionale del programma Whp. Per aiutare le aziende è nato un gruppo di lavoro dell’Asur. I referenti si occupano di sostegno all’azienda nel percorso sin dalla fase di pianificazione e valorizzazione delle opportunità aziendali, offerta di informazioni sulle opportunità di accesso a servizi sanitari e socio sanitari (come centri per il trattamento del tabagismo, ambulatori dietologici, servizi per il trattamento delle dipendenze) che si trovano sul territorio. C’è poi la possibilità per le aziende che partecipano al percorso di promozione della salute nei luoghi di lavoro di fare istanza all’Inail per ridurre i costi assicurativi e a fine anno potranno essere accreditate, con il conferimento di uno specifico logo, come “Luoghi di lavoro che promuovono salute”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X