facebook twitter rss

Estorsione hard a 17enne,
assolto l’imputato

MACERATA - Era accusato di aver detto alla minorenne che se non gli avesse consegnato dei soldi avrebbe detto alla madre che aveva avuto rapporti con uomini più grandi
mercoledì 13 giugno 2018 - Ore 19:41 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

L’avvocato Sandro Pugliese

 

Accusato di una estorsione a una 17enne, a cui avrebbe chiesto soldi dicendo che, non avesse pagato, avrebbe detto alla madre che aveva avuto rapporti con uomini più grandi. Oggi l’imputato è stato assolto dal giudice Daniela Bellesi del tribunale di Macerata. Secondo l’accusa i fatti che gli venivano contestati risalivano al 2012 e sarebbero avvenuti a Macerata e Porto Recanati. Alla ragazza l’imputato, un romeno di 28 anni, avrebbe detto, pur sapendo che non era vero: «Pagami o dico a tua madre che hai avuto rapporti con uomini più grandi». Sarebbe stata questa la minaccia fatta alla giovane, all’epoca 17enne. In questo modo, dice l’accusa, spaventata da quella minaccia sarebbe stata costretta a pagargli, in due o tre occasioni, 35 euro. La ragazzina, pur sapendo che i fatti che l’uomo minacciava di rivelare non erano reali, si era impaurita e le prime volte aveva pagato. Fino a quando il romeno le aveva chiesto 150 euro per comprare il suo silenzio. E lei lo aveva denunciato. L’imputato, assistito dall’avvocato Maria Antonella Mercuriali, oggi sostituita dal legale Sandro Pugliese dello studio Olivelli, è stato assolto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X