Il procuratore generale delle Marche:
«Pericolo infiltrazioni nella ricostruzione,
nomi legati al crimine organizzato»

L’INTERVISTA – Sergio Sottani fa il punto sulla situazione della nostra provincia. «I casi di Pamela e Traini possono essere occasione per fare una riflessione su alcuni luoghi comuni. A iniziare da quello dell’isola felice. Nel Maceratese il fenomeno del traffico di sostanze stupefacenti è di estrema pericolosità. Importante continuare a monitorare le opere del dopo terremoto, da alcune indagini è emersa la presenza di persone già condannate per partecipazioni ad associazioni mafiose»