«L’eroina ha cambiato faccia
non è in declino»
E la lotta inizia alle elementari

CIVITANOVA - Convegno sulla droga. Tra i relatori Salvatore Giancane, medico e tossicologo, Gianni Giuli direttore del Dipartimento per le dipendenze patologiche dell'Asur, l'avvocato Giuseppe Bommarito. La provincia è cambiata dopo la morte di Pamela: «E' rimasta profondamente segnata da quanto avvenuto, oggi qui siamo in tanti, ma ci sono stati incontri in cui eravamo in 10»
- caricamento letture
il-mercato-globale-delleroina-civitanova-FDM-4-650x434

Il convegno di oggi pomeriggio

 

il-mercato-globale-delleroina-civitanova-FDM-2-325x217

Salvatore Giancane

 

di Laura Boccanera

(foto Federico De Marco)

«Abbiamo vissuto questi anni con la retorica del declino dell’eroina, ma non c’è stato alcun declino, l’eroina ha solo cambiato faccia, ma noi continuavamo a guardarla con occhiali vecchi, semmai era il declino dei nostri parametri». E’ Salvatore Giancane, medico, tossicologo che oggi pomeriggio ha squarciato il velo di Maya e offerto al pubblico intervenuto nella sala convegni della Bcc di Civitanova uno spaccato drammatico, sotto gli occhi di tutti, ma ampiamente sottovalutato. Il mercato dell’eroina, ovvero come dall’Afghanistan la droga arriva sulle coste marchigiane e sul perché siamo in emergenza e potrebbe essere troppo tardi. Incontro istruttivo e partecipato quello organizzato dall’associazione Citanò alla droga col coordinatore Andrea Foglia e con Sentinelle del mattino. Tra i relatori Giuseppe Bommarito, Gianni Giuli, Gaetano Angeletti e Mario De Rosa del Sert. Il dibattito ha toccato numerosi temi, tra cui anche la sensibilità maggiore sul tema provocata dai fatti di Macerata. E’ lo stesso Giuli, direttore del Dipartimento per le dipendenze patologiche dell’Asur a sottolinearlo: «la comunità maceratese è rimasta profondamente segnata e colpita da quanto avvenuto, oggi qui siamo in tanti, ma ci sono stati incontri in cui eravamo in 10. Bisogna cambiare nelle istituzioni culturali, nella famiglia, nella scuola, i nostri programmi di prevenzione oggi partono alle elementari.

il-mercato-globale-delleroina-civitanova-FDM-5-650x434La sfida è diminuire la domanda, formare spirito critico e capacità di dire di no». Ma ad offrire lo spaccato che spazia dal locale e arriva fino alle piantagioni dell’Afghanistan è Salvatore Giancane. Negli anni in cui l’eroina mieteva vittime in strada lui era in prima fila per permettere l’accesso alla cura ai clochard bolognesi, a chi viveva per strada e non accedeva al servizio sanitario. Oggi guarda all’eroina come ad un fenomeno in crescita e lo testimoniano i numeri: «la produzione di papavero è arrivata a 320mila ettari e a breve si arriverà ad avere due raccolti annui. Abbiamo accettato un narco stato in cambio della lotta al terrorismo» dice. Ma dai confini orientali la droga arriva nelle Marche grazie alla rotta balcanica passando attraverso l’Iran: «Questa regione ha un rischio geografico, l’ho capito nel 2006 quando alcuni pazienti in cura chiedevano il trasferimento al Sert di Ancona. Qui c’era il mercato all’ingrosso dell’eroina arrivato poi anche a Bologna. In Abruzzo si scambia una bustina di eroina con una di mandarini. E questo perchè ce n’è di più, nella criminalità esiste il diritto di passaggio. E’ la criminalità italiana che concede il passaggio dell’eroina in cambio di una parte di sostanza che poi ovviamente si trova a basso prezzo». Secondo Giancane la grande illusione del declino dell’eroina è generata da dati che sono stati letti erroneamente come il calo dei decessi: «ma i morti calavano perchè i Sert funzionavano», il passaggio dall’eroina iniettata all’eroina fumata «non vedevamo più le siringhe e i tossici emarginati per strada» e al cambiamento della gestione dello spaccio: «per strada ormai solo gli sfigati, chi consuma ormai si approvvigiona dallo spacciatore di fiducia e lo fa a casa».

il-mercato-globale-delleroina-civitanova-FDM-6-325x217

L’avvocato Giuseppe Bommarito presidente dell’associazione Con Nicola oltre il deserto dell’indifferenza

Un quadro per nulla rassicurante nel quale operano, soprattutto nelle Marche, tre etnie: albanesi, nigeriani e pachistani. E dei nigeriani, ma anche dei rapporti con la criminalità nazionale, ormai nel ruolo di broker dello stupefacente, ha parlato anche l’avvocato Bommarito: «Che Pamela sia morta per overdose o per un atto volontario è evidente comunque che è morta per droga. Chi si avvicina a questa peste infestante finisce per essere vittima o carnefice – ha detto – un problema che è generalizzato, ormai le droghe si trovano ovunque e non riguarda più solo fasce di emarginazione sociale». Bommarito ha ricordato poi i maxi sequestri con le tonnellate di droga sbarcata sulle coste marchigiane: «C’è un crocevia di filiali e associazioni mafiose. Qui sono stati arrestati esponenti della ‘ndrangheta e  della camorra i cui obiettivi sono i ragazzini di 11 e 12 anni, e tutto questo nella totale assenza delle istituzioni. In un recente incontro con i sindaci del territorio ad essere presenti erano in pochi e chi c’era non aveva quasi idea di cosa si stesse parlando». Un ulteriore e non secondario aspetto toccato da Giancane riguarda l’aspetto penale: il tossicologo è stato molto critico rispetto le normative vigenti: «l’overdose non è un fatto di polizia, è un’emergenza sanitaria, va ripetuto e capito, sta succedendo quello che avveniva negli anni 80 quando le vittime venivano scaricate davanti agli ospedali. Per paura di coinvolgimenti non si chiamano i soccorsi. L’importante non può essere prendere lo spacciatore di una dose, l’importante è salvare una vita, da questo punto di vista siamo regrediti».

il-mercato-globale-delleroina-civitanova-FDM-3-650x434

Marche crocevia dei signori dell’eroina «Mafia nigeriana? Non è rituale Ai vertici ci sono laureati»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =