Furto con spaccata in tabaccheria
Inseguimento da film:
preso un ladro, in fuga il complice

MONTELUPONE - Nel mirino dei malviventi il negozio di Francesco Fontinovo in piazza del Comune. I carabinieri hanno fermato l'auto a Civitanova: arrestato un 25enne rom, l'altro è scappato a piedi. E' ricercato. Recuperata la refurtiva: 81 pacchetti di sigarette e 500 euro in contanti. Nella vettura anche arnesi da scasso e altri oggetti rubati
- caricamento letture

 

 

arresto-rom-B.S.

IL 25enne rom arrestato

 

Spaccata alla tabaccheria Fontinovo di Montelupone, i ladri portano via sigarette e contanti: uno di loro viene fermato, l’altro riesce a scappare e ora è ricercato. Sventato il furto grazie ai militari di Osimo e a quelli della Compagnia di Civitanova che giunti subito sul posto dopo la spaccata si sono messi all’inseguimento degli autori. I malviventi, due persone arrivate nella piazza del Comune a bordo di una Mercedes Clk grigia, rubata a un 70enne l’11 marzo a Padiglione di Osimo, hanno preso a mazzate la vetrata della tabaccheria. Il vetro antisfondamento non si è rotto ma il telaio della porta è venuto giù dopo i colpi assestati alla struttura. I ladri sono entrati e hanno portato via 81 pacchetti di sigarette per un valore di circa 500 euro e altri 500 in contanti. L’allarme è scattato regolarmente e il proprietario Francesco Fontinovo ha allertato subito il 112 che è arrivato sul posto e si è messo poi all’inseguimento alle 4 del mattino della vettura dei ladri. Un inseguimento durato circa una mezz’ora e terminato con una manovra a tenaglia che ha permesso ai militari di bloccare i fuggitivi, quando erano ormai arrivati in via Marche a Civitanova.

fontinovo-tabaccheriaL’autista si è dovuto arrendere, si tratta si tratta di B.S., rom di 25 anni, senza fissa dimora e nullafacente. E’ stato arrestato con l’accusa di furto aggravato, ricettazione e possesso di strumenti da scasso in concorso. Il complice, che sedeva sul lato passeggero, è riuscito a fuggire a piedi. E’ tuttora ricercato. Interamente recuperata la refurtiva, restituita al proprietario. Nell’auto inoltre i carabinieri hanno trovato una mazza di grosse dimensioni ed altri arnesi da scasso (un piccone, un’accetta, un martello, una serie di giraviti professionali, una mazzola) utilizzati per commettere furti in abitazioni, in esercizi pubblici e in aziende. C’era anche una smerigliatrice rubata insieme a un’auto e a un trapano, sempre l’11 marzo, nella ditta “G.G.M. s.a.s.”, a Castelfidardo. Ancora incredulo il titolare della tabaccheria:«Mi è andata proprio bene – ammette – quando sono entrati è scattato l’allarme, io sono venuto giù e chiamato i carabinieri che sono arrivati immediatamente e dopo poco più di mezz’ora mi hanno telefonato per dirmi che tutta la merce era dai carabinieri di Osimo e che avevano preso i responsabili. Credo che sia gente che non conosceva la tabaccheria, hanno preso roba un po’ a caso. Non è la prima volta che subisco un furto, l’ultimo una ventina di anni fa, ma in quel caso furono milioni di lire di danno». Il sostituto procuratore Luigi Ortenzi ha disposto che il 25enne rom arrestato resti nella camera di sicurezza della caserma di Osimo, in attesa della direttissima prevista per domani mattina al tribunale di Macerata.

(aggiornamento delle 16,18)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X