facebook twitter rss

La tassa di soggiorno arriva in Consiglio,
gli albergatori: «Pronti alle barricate»

CIVITANOVA - Introdotta all'ultimo minuto, il giorno prima della convocazione, una variazione all'ordine del giorno per inserire l'approvazione del regolamento per l'imposta di soggiorno. Si parla dell'avvio dal 1 maggio
giovedì 8 marzo 2018 - Ore 18:04 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

L’assessore Maika Gabellieri che spinge per l’introduzione della tassa di soggiorno

 

 

di Laura Boccanera

Esce dalla finestra, ma rientra dalla porta. A nemmeno 24 ore dalle dichiarazioni con cui gli esponenti della maggioranza negano l’approdo in consiglio comunale della tassa di soggiorno, la famigerata imposta rientra dal portone principale. Con una integrazione all’ordine del giorno del consiglio comunale di ieri sera al primo punto è stata inserita la discussione per l’approvazione del regolamento per l’applicazione dell’imposta. Sulla bozza del regolamento diffusa ai consiglieri insieme alla bozza di delibera di consiglio si parla di un’attivazione a partire dal 1 maggio. Da discutere invece le relative tariffe. Dopo la riunione di maggioranza di ieri sera però regna la confusione fra i consiglieri che forse non hanno ben compreso che alla fine la tassa verrà inserita a meno che qualcuno della maggioranza non se ne tiri fuori. Ieri sera Simone Garbuglia ha proposto di modificare la data del 1 maggio per l’entrata in vigore al 1 ottobre, altrimenti sono pronti a votare contro. Oltre alle perplessità di Liberamente anche Forza Italia non era d’accordo ad accettare l’imposta a scatola chiusa senza conoscere come verrà destinato il “tesoretto”. E soprattutto pare che non siano d’accordo a lasciare tutto nelle mani dell’assessore Gabellieri per disporne nel capitolo del bilancio per eventi e festival. E proprio il bilancio sarà approvato domani sera e l’imposta non c’è. Ma se la regia studiata per il consiglio dovesse essere quella che confermano voci di corridoio si andrà all’approvazione del regolamento e poi all’inserimento in bilancio con un emendamento. Evidentemente in maggioranza hanno fatto i conti e sono certi di avere i numeri per l’approvazione che sarebbe solo un passaggio formale. Arrabbiatissimi gli albergatori che avevano chiesto un incontro prima del bilancio che non è stato accordato. «Aspettiamo ancora una convocazione – ha detto Simone Iualè dell’associazione albergatori – se entro domani non avremo un appuntamento convocheremo con urgenza gli associati e siamo pronti alle barricate».

Tassa di soggiorno, bozza di regolamento in commissione Il no degli albergatori

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X