Alba Alessandri
confermata alla presidenza
dei giovani agricoltori

COLDIRETTI MACERATA -  La presidente uscente votata all’unanimità dall’assemblea: «Impegno per migliorare il rapporto con i consumatori e incentivare le filiere»
- caricamento letture
alba-alessandri

Alba Alessandri

 L’imprenditrice agricola Alba Alessandri è stata confermata alla guida dei giovani imprenditori agricoli della provincia di Macerata. La nomina è arrivata al termine dell’assemblea di ieri pomeriggio, mercoledì 7 febbraio, con voto unanime di tutti i partecipanti. Allevatrice bio di galline per la produzione di uova a Serravalle in Chienti, 27 anni, la Alessandri punta molto sulla sua generazione chiamata «a portare avanti l’economia del nostro Paese e farsi carico di responsabilità, di cariche dirigenziali. Perché ne abbiamo le capacità e perché l’agricoltura è il perno fondante della nostra economia. Si può fare a meno di tante cose ma almeno tre volte al giorno abbiamo bisogno di un agricoltore» ha detto nel suo intervento. Obiettivi del mandato, aumentare il numero di giovani con incontri tematici, migliorare il già ottimo rapporto di fiducia con i consumatori, allacciare nuovi contratti di filiera e fornire servizi di tutoraggio a quanti si vogliono avvicinare all’agricoltura considerando che «non siamo più i contadini e mezzadri di una volta ma siamo imprenditori. In questo anno – ha raccontato la presidente – ho svolto la funzione di tutor e ho visto tantissimi giovani chiedere informazioni riguardo alle possibilità di accesso al credito, psr. Anche senza avere un metro di terra a disposizione, ma con la volontà di sapere se ci sono possibilità di lavoro in agricoltura e come possono fare per aprire un’impresa agricola».

coldiretti-giovani-macerata

Molto sentiti e applauditi, durante l’incontro, gli interventi di giovani imprenditori con aziende che rientrano nel cratere sismico. Come Giovanni Angeli, socio di un’azienda di Pieve Torina, tra i primi a credere nei mercati di Campagna Amica e che grazie ai tour di Coldiretti è riuscito a vendere i suoi prodotti in tutta Italia. E come Barbara Bonifazi, geologa che nonostante l’azienda di famiglia sia stata danneggiata dal terremoto ha deciso di insediarsi in agricoltura chiamando la sua azienda “La Rinascita”. Un nome che evoca speranza e tenacia, qualità che fanno parte del dna della categoria e, in particolar modo, dei giovani. Quella di ieri fa seguito a un ciclo di incontri sul territorio che hanno coinvolto circa 150 giovani imprenditori. Nel corso dell’assemblea, alla quale hanno preso parte con i loro interventi anche il presidente di Coldiretti Macerata, Francesco Fucili, il direttore Giordano Nasini, Paola Grandoni (Responsabile Caa provinciale) e Paolo Potenza (Creditagri), è stato eletto anche il comitato provinciale. Ne faranno parte: Giovanni Angeli, Mirco Romitelli, Paolo Salvatori, Juri Piermattei, Fabio Fucili, Barbara Bonifazi, Marco Orpello, Emanuele Belfiori, Emanuele Moretti, Marica Tidei, Francesco Bernabei, Mauro Picciarelli, Alessio Bonifazi, Stefano Pazzelli, Fabio Froccani.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X