facebook twitter rss

Da San Severino a Parigi,
la donna che traduce Macron

FEDERICA CIANFICCONI, settempedana, da diversi anni lavora per l'Eliseo. Ieri era al Quirinale al seguito della delegazione francese come interprete ufficiale del presidente. «Non posso riferire nulla dei colloqui, ma tutto si è svolto con la massima cordialità. Molto gradita la visita alla Domus Aurea»
venerdì 12 gennaio 2018 - Ore 13:19 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Federica Cianficconi al Quirinale tra i presidenti Mattarella e Macron

di Alessandro Feliziani

Per un italiano entrare la prima volta al palazzo del Quirinale desta sempre una qualche emozione, se non altro per quello che la residenza di papi, re e capi di Stato ha rappresentato e rappresenta per la storia del nostro paese. Se poi un italiano ci entra la prima volta al seguito di una delegazione straniera, allora l’emozione è sicuramente più forte. E, infatti, questo è ciò che è accaduto a Federica Cianficconi di San Severino, che da anni vive a Parigi dove lavora come interprete e traduttrice. Ieri Federica è entrata per la prima volta al Quirinale facendo parte del seguito del presidente della repubblica francese, Emmanuel Macron, in visita ufficiale al nostro presidente Sergio Mattarella. Lei era l’interprete ufficiale del presidente francese e durante tutto l’incontro (più lungo rispetto ai tempi che il cerimoniale aveva previsto) ha tradotto simultaneamente in italiano i diversi interventi di Macron. «È stata una giornata emozionante. Per me il Quirinale era il massimo e ora ci sono stata», ha detto Federica Cianficconi quasi gridando la sua soddisfazione al telefono appena rientrata a Parigi dove oggi è impegnata in un’altra intensa giornata di lavoro.

Come si è svolto l’incontro tra i due presidenti?

«Ovviamente non posso riferire nulla dei colloqui, ma tutto si è svolto con la massima cordialità. Posso solo aggiungere che a mio avviso il presidente Macron era molto soddisfatto e che ha gradito molto anche la visita alla Domus Aurea».

Ha seguito il presidente francese anche nell’incontro a Palazzo Chigi?

«Sì, ma lì – peraltro il presidente Gentiloni parla bene il francese – ho fatto il lavoro di traduzione simultanea durante la conferenza stampa».

Federica Cianficconi lavora per l’Eliseo ormai da diversi anni. Nel 2015 era accanto al presidente Hollande anche durante le due visite ufficiali a Parigi del nostro presidente Sergio Mattarella e dell’allora presidente del Consiglio, Matteo Renzi. È stata la traduttrice ufficiale anche in molti altri successivi incontri bilaterali e in occasioni di vertici europei. In Italia Federica Cianficconi era venuta al seguito del presidente francese Macron anche lo scorso maggio in occasione del G7 a Taormina. A San Severino – dove ritorna sempre appena può – ieri molti suoi concittadini l’hanno notata con orgoglio nei diversi servizi trasmessi da tutti i telegiornali destando l’apprezzamento da parte di quanti la conoscono.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X