facebook twitter rss

Crac Banca Marche:
class action del Codacons

LA BATTAGLIA - Fallimento dell'istituto di credito: il 7 novembre ci sarà l'udienza preliminare per 16 ex dirigenti che rischiano il processo. L'associazione invita i risparmiatori a costituirsi parte civile per chiedere il risarcimento danni
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
43 Condivisioni

Foto d’archivio

 

Banca Marche, il Codacons dalla parte dei risparmiatori. In vista dell’udienza preliminare del prossimo 7 novembre sul procedimento relativo al crac di Banca Marche, il Codacons ha lanciato un’azione risarcitoria riservata ai risparmiatori  danneggiati. “Tutti gli azionisti e gli obbligazionisti di Banca Marche – specifica il Codacons – possono costituirsi in giudizio per recuperare i propri soldi e ottenere il risarcimento del danno causato dalla perdita di valore dei propri titoli, oltre al risarcimento del danno morale per 10mila euro”. La procura di Ancona, infatti, ha chiesto il rinvio a giudizio di 16 tra gli ex vertici della banca, attualmente in liquidazione coatta amministrativa. I reati contestati sono bancarotta fraudolenta, ostacolo all’esercizio delle funzioni delle autorità pubbliche di vigilanza (dal 2010 sino al giugno 2012), falso nel prospetto informativo predisposto in occasione dell’operazione straordinaria di aumento di capitale del 2011. “Condotte, queste – aggiunge il Codacons – che avrebbero comportato l’attuale dissesto della banca, con conseguente azzeramento dei titoli in danno di migliaia di azionisti e obbligazionisti. Nell’udienza preliminare del 7 novembre tutti i cittadini che hanno investito i propri risparmi nella banca, potranno costituirsi parte civile per chiedere il risarcimento del danno subito a causa dell’azzeramento del valore di azioni ed obbligazioni. Per gli obbligazionisti che hanno aderito alla procedura del rimborso automatico, potrà essere richiesto il risarcimento della parte non rimborsata, mentre non potrà aderire a questa azione chi intende fare ricorso alla procedura arbitrale”. Il Codacons invita tutti i risparmiatori di Banche Marche danneggiati ad aderire all’azione risarcitoria entro e non oltre il 2 novembre, scaricando la modulistica pubblicata sul sito www.codacons.it.

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X