facebook twitter rss

Arianna e Mariela oggi spose,
festa arcobaleno a Civitanova

NOZZE - Celebrata nella chiesa di San Francesco la prima unione civile fra due donne in provincia di Macerata. Il sindaco Corvatta: "Un matrimonio è un atto di coraggio, la comunità accetta questa sfida, il futuro è questo". FOTO/VIDEO
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
5K Condivisioni

 

 

di Laura Boccanera

(foto e video di Federico De Marco)

Arianna e Mariela hanno detto sì. La loro è la prima unione civile fra due donne nella provincia di Macerata. Toccante cerimonia oggi pomeriggio nella chiesa di San Francesco dove la civitanovese Arianna Apolloni di 26 anni e Mariela Gabriela Maldonado di 35 sono diventate una la moglie dell’altra. Condividono il bouquet, un mazzetto di rose, multicolore come l’allestimento della chiesa. Entrambe in abito avorio, un pantalone extralarge elegantissimo in raso luminoso per Arianna, fasciata in un corpetto impreziosito di luce e un bolero sulle spalle, i capelli raccolti e lo sguardo sognante.

Tocca spesso la mano della sua Mariela, capelli raccolti con alcune ciocche arcobaleno, gonna ampia e sopragonna color oro. Sono emozionate, con la voce rotta leggono le promesse di matrimonio dell’una verso l’altra. L’ingresso in chiesa è come da tradizione: Arianna viene accompagnata dal papà, a cingere il braccio di Mariela invece è la suocera, Cinzia, mamma di Arianna. La coppia, che già da tempo convive a Civitanova è stata contornata da un centinaio di amici, c’era anche il nonno di Arianna, 95 anni e un neonato figlio di una coppia di amici, di soli 10 giorni. Quasi 5 generazioni per un’unione che resterà nella storia della città. Come ha sottolineato anche il sindaco Tommaso Corvatta: «ogni unione ti mette alla prova – ha detto il primo cittadino – il vostro è un atto di coraggio, è una sfida a viso aperto per dire che il presente è questo, il futuro è questo. Amarsi nel pieno rispetto secondo la propria coscienza. La nostra è una comunità che accetta le sfide ed è felice di testimoniare il vostro amore».

 

Emozionatissima l’assessore Cristiana Cecchetti che ha portato il proprio saluto alla coppia: «siete qui per amore e l’amore non divide mai, il matrimonio è sempre un momento di gioia, è la normalità, ma anche una piccola rivoluzione – ha detto ad Arianna e Mariela regalando anche la ricetta dell’ingrediente segreto per un’unione duratura – c’è un cocktail che fa durare l’amore, è fatto di tolleranza, fiducia, tenerezza che è più duratura della passione e rispetto».

La coppia ha poi letto le promesse dell’una verso l’altra prima dello scambio degli anelli e della parte ufficiale della cerimonia con le firme sugli atti pubblici. «Nulla di quello che avrei potuto scrivere sarebbe stato alla tua altezza – legge Mariela, originaria dell’Argentina – sarò la miglior moglie che tu possa desiderare, tu sei il mio solo destino». «Mi sono sempre sentita incompleta – le risponde Arianna – ho viaggiato tanto e alla fine ti ho trovata, se ho te al mio fianco io non ho paura, io sarò con te, tu sarai con me, per questa vita e oltre». Le associazioni Agedo e Chegender hanno fatto pervenire alle due spose il proprio saluto e poi mano nella mano le spose sono uscite da San Francesco per l’immancabile lancio del riso, ovviamente coi colori arcobaleno.

 

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X