Scuole aperte dopo il sisma,
il Gentili riceve alunni e famiglie

SAN GINESIO - Cinque le date in cui sarà possibile incontrare i docenti del liceo di scienze umane, del Linguistico e dello Scientifico con sede a Sarnano. Il 17 l'incontro con il geologo Unicam Emanuele Tondi
- caricamento letture
scuola-san-ginesio

La scuola di San Ginesio

Porte aperte dopo il terremoto. L’istituto superiore Alberico Gentili si mette in mostra per far valere le proprie eccellenze. Il 14, 15, 22, 29 gennaio e il 2 febbraio dalle 15 alle 18 la scuola sarà visitabile da alunni e famiglie per conoscere i progetti e decidere il futuro dei giovani studenti. Attualmente anche i ragazzi del liceo delle scienze umane e del linguistico, scuole con sede a San Ginesio, sono ospitati nella struttura modernissima e antisismica di Sarnano insieme agli alunni dello scientifico di questo Comune. Il 14 e 15 sarà quindi possibile incontrare i docenti in questi locali. Imminente è però il trasloco per un primo ritorno alla normalità: tra il 20 e 25 gennaio gli ambienti dell’ostello di San Ginesio, su supervisione dei tecnici del Miur, torneranno utilizzabili e quindi per le ultime due date delle Scuole aperte c’è la speranza di poter visitare entrambe le sedi. Intanto il 17 gennaio alle 11.15 è in programma la conferenza con il geologo dell’università di Camerino Emanuele Tondi che illustrerà a tutti gli alunni le caratteristiche del sisma che ha colpito il centro Italia. Per il Festival dello studente invece quest’anno è previsto l’arrivo di Paolo Crepet, psiconalista di fama internazionale. Successo anche per i corsi per arbitro che hanno coinvolto numerosi alunni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X