Aggredita dai ladri in casa:
“E’ la terza volta che vengono a rubare”

CIVITANOVA - Parla Anna Cartechini Paniccia, l'88enne che ha subito un tentativo di rapina in via Donizetti. "E' una vergogna, sono molto arrabbiata". A prendere di mira l'anziana e sua sorella, sono stati in quattro: due donne e due ragazzi. Prima avevano suonato al campanello ma non avevano aperto
- caricamento letture
I soccorsi alla donna

I soccorsi alla donna

L'abitazione in cui è avvenuta la rapina

L’abitazione in cui è avvenuta la rapina

di Laura Boccanera

(Foto Federico De Marco)

«E’ una vergogna non si può stare tranquilli neanche in casa e in pieno giorno. Sono molto arrabbiata, è la terza volta che subiamo furti in casa». E’ indignata, nonostante il dolore e le ferite riportate dopo il tentativo di rapina violento di cui è stata vittima, Anna Cartechini Paniccia, la donna di 88 anni aggredita in casa a Civitanova. Dal letto del pronto soccorso, cosciente, ma dolorante, sa che poteva andarle anche peggio. L’anziana è all’ospedale per accertamenti. E’ caduta dalla scala interna all’abitazione e ha riportato la rottura del femore. Di fronte si è trovata due donne. Una l’ha trascinata giù mentre cercava di scappare. Con l’88enne, in casa, c’era la sorella Fausta Cartechini di 86 anni. Le due anziane vivono insieme in via Donizetti 1, a pochi passi dal lungomare nord. Erano circa le 11,30 quando 4 persone, due ragazzini e due donne, si sono avvicinate all’abitazione. Ricostruito l’accaduto è emerso che solo le due donne sono entrate. I ragazzi sono rimasti fuori. Prima hanno suonato al campanello e l’88enne si è affacciata dalla finestra senza però aprire il cancello che permette l’accesso alla porta sul retro nel giardino.

La porta sul giardino: le ladre si sarebbero introdotte al primo piano passando da qui

La porta sul giardino: le ladre si sarebbero introdotte al primo piano passando da qui

«Abbiamo sentito suonare – racconta la sorella più giovane – Anna è andata alla finestra e questi due ragazzini, sembravano due nomadi, hanno iniziato a chiacchierare con lei. L’ho fatta rientrare e lei ha chiuso la finestra». Nel frattempo però le due donne del gruppo erano riuscite ad introdursi all’interno del cancello e dalla porta sul retro, che probabilmente era aperta, sono entrate nella casa passando per la scala interna senza essere viste. «Poi Anna è andata di sopra – continua la sorella – forse se lo sentiva. Poco dopo ho udito un urlo, mia sorella che gridava il mio nome, “Fausta, Fausta”, mi sono affacciata e veloce come un lampo una donna mi è passata davanti scappando». Secondo quanto hanno ricostruito i carabinieri, arrivati sul posto insieme al 118 che è stato chiamato dalla sorella dell’aggredita, le donne del gruppetto sarebbero riuscite ad entrare nella stanza da letto dell’88enne che le ha colte sul fatto e avrebbe cercato di bloccarle, ma una delle due l’ha trascinata facendola cadere a terra fino a portarla lungo la scala di legno a chiocciola. Una caduta rovinosa per l’88enne che aveva una ferita profonda alla testa e vari ematomi ed escoriazioni lungo la parte destra del corpo, negli arti superiori e inferiori. Uno dei primi ad accorgersi di quanto avvenuto è stato un fattorino che consegna l’acqua a domicilio. E’ stato lui ad accorgersi dei due ragazzini che scappavano via a piedi correndo.

Dea Rosa Borraccetti, la vicina di casa delle sorelle Cartechini

Dea Rosa Borraccetti, la vicina di casa delle sorelle Cartechini

«Era venuto da noi – riferisce Dea Rosa Borraccetti – e ci ha detto che probabilmente c’era stata una rapina in casa delle signore Cartechini perché non avevano aperto al campanello e nel parapiglia aveva visto scappare due ragazzi». E in effetti il fattorino è arrivato proprio mentre il tentativo di rapina era in corso e le due anziane erano ancora sotto choc per quanto accaduto da pochi secondi. Da una prima valutazione non sembra che sia stato portato via nulla dall’abitazione. I carabinieri stanno indagando sull’accaduto e hanno acquisito anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona per vedere se le donne e i due ragazzi compaiono nei filmati.

 

 

 

rapina via donizetti civitanova (6)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X