Da 30 anni nello stesso camping,
il Belvedere premia coppia fedele

CIVITANOVA - Dino Brocchetti, insegnante di disegno cad, e Agata Mirone, casalinga, hanno ricevuto il riconoscimento per la loro assidua presenza. L'occasione è stato il compleanno dei tre decenni della struttura. Intanto tornano le visite turistiche ai borghi della provincia con partenza dall'ufficio di piazza XX Settembre
- caricamento letture
Dino Brocchetti e Agata Mirone, da 30 anni scelgono Civitanova per le vacanze

Dino Brocchetti e Agata Mirone, da 30 anni scelgono Civitanova per le vacanze

camping belvedere - agata mirone e dino brocchetti - civitanova (2)

Agata e Dino

 

di Laura Boccanera

(foto Federico De Marco)

Tre agosto 1985. Dino e Agata, dopo un lungo giro turistico tra i laghi del Lazio, capitano quasi per caso a Civitanova. Hanno la roulotte e cercano un posto dove passare la notte. Da allora ogni estate tornano in città, al camping Belvedere che ha festeggiato i 30 anni di attività (leggi l’articolo). La struttura ha dato a loro, bresciani, il premio fedeltà in palio per il compleanno dei 3 decenni. Turisti affezionati. E sempre in tema di turismo tornano le visite ai borghi della provincia con l’iniziativa “Borghi aperti”. Ci saranno tour guidati anche per Civitanova.

CAMPING – Dino Brocchetti è insegnante di disegno cad, Agata Mirone è casalinga. Hanno tre figli, avuti in 34 anni di matrimonio. Hanno viaggiato molto, anche all’estero, nei mesi estivi giravano per i festival del centro Italia, Pistoia blues, Umbria Jazz, ma solo a Civitanova hanno deciso di tornare ogni anno e qui hanno fatto il loro “campo base” per le zingarate su e giù per lo stivale. «Qui ci sentiamo proprio a casa, ormai siamo diventati stanziali, stiamo qui anche due mesi, prima giravamo di più, poi con i bimbi piccoli ci siamo proprio trasferiti d’estate, si sta bene, è molto tranquillo». E’ Agata che ricorda perfettamente il primo ingresso in quel campeggio: «Giravamo un po’ a caso, ci ha accolto Virginia (la moglie del fondatore Bernardo Ercoli, ndr) abbiamo chiesto se c’era posto convinti che ad agosto fosse tutto pieno, ma lei ci disse, è tutto vostro». Il campeggio in effetti aveva aperto da poco, c’erano solo altre due famiglie, ma col tempo Civitanova è entrata nel loro cuore. «La città è diventata più caotica rispetto a 30 anni fa – aggiunge lei – ma la gente è sempre molto cordiale, gentile, ospitale. I nostri figli hanno tanti amici qui che ritrovano tutti gli anni. Si vive meglio, c’è un ritmo più sostenibile». Dino ricorda anche la spiaggia: «Andavamo al mare a nord, al confine con Porto Potenza, una volta c’erano addirittura i gigli che crescevano spontaneamente». Anche quest’anno sono arrivati al campeggio all’inizio di luglio, ripartiranno a fine agosto, ma è solo un arrivederci.

LE VISITE – Tornano le visite turistiche ai borghi della provincia con l’iniziativa “Borghi aperti”. Organizzata dall’associazione “Noi Marche” per tutto il mese di agosto verranno proposte visite nei comuni di Colmurano, Montegranaro, Corridonia, Civitanova, Montecosaro, Porto Sant’Elpidio, Sant’Elpidio a mare, Monte San giusto, Sarnano, Mogliano, Morrovalle, Appignano, Loro Piceno e Tolentino. I turisti presenti nel territorio potranno scegliere ogni giorno di visitare un borgo e i tesori nascosti aperti solo per l’occasione. Il progetto Borghi aperti quest’anno è arricchito da un’altra iniziativa dal nome “Noi Marche Walking tour”, con partenza dall’ufficio turistico di Civitanova, in piazza XX Settembre, alle 16.30. Il visitatore troverà ad accoglierlo una guida turistica professionale che lo accompagnerà nella visita. I comuni di Montecosaro, Montegranaro e Monte  San Giusto hanno organizzato anche il trasporto gratuito con delle navette.  Durante le escursioni ci saranno anche aperitivi organizzati, per info e costi è possibile visitare il sito www.noimarche.it.

cristo re - dall'alto - civitanova

La veduta dal camping su Cristo Re



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X