Istituto Germanico di Roma:
“Le tesi di Carnevale sono infondate”

CORRIDONIA - Kordula Wolf, ricercatrice del centro studi della capitale fa sapere che non c'è stata mai nessuna collaborazione tra l'ente e lo studioso
- caricamento letture
the x plan carnevali antognozzi san claudio (6) (Copia)

Domenico Antognozzi e Giovanni Carnevale

L’istituto storico Germanico di Roma prende le distanze dalle tesi di don Giovanni Carnevale. Lo studioso di Corridonia ha ipotizzato l’esistenza di una Francia Picena nel territorio tra la chiesa di San Claudio e San Ginesio, qui sarebbe stato seppellito Carlo Magno. L’area, secondo Carnevale, sarebbe da identificare con Aquisgrana. La sua tesi però contrasta con la storia canonica che invece identifica Aquisgrana con la città tedesca di Aachen. Pochi giorni fa è arrivata la notizia che il professore di Corridonia sarà insignito della cittadinanza onoraria (leggi l’articolo). Ora il centro studi della capitale precisa che si tratta di idee scientificamente infondate. A comunicarlo è Kordula Wolf, ricercatrice nell’istituto romano. «L’Istituto Storico Germanico di Roma ritiene importante precisare che non è stata mai inoltrata nessuna richiesta di collaborazione a Giovanni Carnevale, e che la sua tesi secondo la quale Carlo Magno avrebbe fondato una nuova capitale, non ad Aachen, ma in Val di Chienti vicino ad Aquisgrana picena, è scientificamente infondata»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X