Malumori Pd, i ‘renzi-comiani’:
“Piena fiducia ai segretari,
contro di loro accuse ignobili”

BAGARRE - In una lettera i fedelissimi al premier e al segretario regionale fanno fronte comune contro la riorganizzazione del partito dopo la debacle comunali: "Attacchi strumentali e funzionali solo a politiche di mera restaurazione o conservazione"
- caricamento letture
pd provinciale macerata_Foto LB (12)

La segreteria provinciale del Pd

 

«Oggi più che mai sentiamo di riconfermare la piena fiducia a Matteo Renzi alla guida del Partito Nazionale e a Francesco Comi alla guida del Partito Regionale. Le accuse rivolte loro sono ignobili e strumentali e funzionali solo a politiche di mera restaurazione o conservazione». I ‘renzi-comiani’ marchigiani levano gli scudi sui due segretari (nazionale e regionale) presi di mira dopo il disastro delle comunali (leggi l’articolo). In una lettera diversi esponenti del Pd marchigiano tra cui le maceratesi Paola Castricini (vice presidente della segreteria provinciale) e Alessia Scoccianti (membro del direttivo) levano gli scudi sull’operato dei vertici regionali e nazionali in vista della sfida del referendum di ottobre.«Alcuni, oggi, chiedono di aprire un ampio e serio dibattito sui risultati delle amministrative appena trascorse – scrivono i democrat – Una richiesta legittima e pertinente se solo servisse ad interrogarci seriamente e a riflettere insieme su come migliorare l’azione politica, come aggiornare le priorità del governo, come riallacciare un rapporto con i cittadini. Purtroppo la gran parte delle critiche sono solo l’ennesima occasione per scambiarsi reciproche accuse, recriminazioni e consolidare, o conquistare, posizioni e poltrone dentro lo scacchiere istituzionale e delle candidature alle prossime elezioni politiche. Noi renziani della prima ora e della seconda fila, noi operai del cambiamento, noi che ogni giorno ci dedichiamo al partito e alle amministrazioni locali cominciamo ad essere insofferenti a tante sterili e autoreferenziali polemiche. Serve coraggio e umiltà. Non possiamo cedere alla tentazione di chi vorrebbe strumentalizzare l’esito del voto».

pd provinciale macerata_Foto LB (11)

La vice segretaria provinciale del Pd Paola Castricini

La missiva firmata anche da Michele Crocetti, Stefano Stracci, Giorgia Sampaoli, Francesco Ducoli, Fabio Ragni, Mattia Morbidoni e Massimo Ciabocchi continua: «Siamo di fronte alla sfida più importante per il nostro Paese e non ci è consentito esitare. Bisogna lavorare tutti insieme, seriamente, per sostenere la grande riforma costituzionale che si voterà ad ottobre e che, ne siamo certi, rappresenterà uno storico punto di svolta per rendere l’Italia un paese moderno ed efficiente. C’è bisogno del sostegno e dell’impegno di tutti, non solo a parole. Dobbiamo essere in grado di rappresentare la fiducia dei cittadini verso un cambiamento vero e necessario, parlando di temi sociali, di Costituzione, di lavoro, di cosa fare per ridare speranza ad un intero paese. Nessuno ha più bisogno di sterili scontri fatti sui social media per una sedia in questa o quella segreteria, né di sfrenati personalismi che ci allontanano sempre più dai veri problemi delle persone».

(Cla. Ri.)

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X